SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il giudice Roberto Evangelisti, originario di San Benedetto del Tronto, diventa consigliere in Corte d’Appello a Bologna III Sezione Penale lasciando il Tribunale di Ravenna (di cui è Presidente di Collegio Penale) e quello di Faenza (di cui era giudice monocratico).

Nato nel 1960 a San Benedetto del Tronto, Evangelisti, ha frequentato il Liceo Classico di San Benedetto e si è laureato con il massimo dei voti e la lode alla facoltà di Giurisprudenza della Cattolica di Milano. E’ stato giudice civile e penale nei Tribunali di Fermo, Chieti, Brescia, dove, nel 1995, si è occupato dei processi di Mani Pulite

Dal 2000 al 2006 è stato giudice penale a Forlì e Cesena, per poi andare a lavorare al Tribunale di Faenza e a quello di Ravenna. Alla Corte di Assise di Ravenna si è occupato nel 2011 del processo sull’omicidio di Mounir Ben Toumi, tunisino ucciso in un regolamento di conti per spaccio di droga e nel 2012 è stato giudice nel processo che ha visto come imputato per omicidio l’imprenditore lughese Marco Cantini, accusato (e poi assolto) per la morte della moglie, la 23enne cubana Yanexy Gonzales Guevara

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)