Samb. Abbiamo ricevuto la seguente e mail dall’imprenditore di Barletta, Pasquale Di Cosola, abbastanza amareggiato per la conclusione della trattativa con i dirigenti della Samb Pignotti e Bartolomei ma molto ‘scocciato’ per alcuni commento di un nostro lettore in particolare. Ecco il testo integrale:

«Buongiorno, scrivo via email perché come spiegato in precedenza non riesco ad entrare nel vostro forum. Vorrei rispondere ad alcuni forumisti:
In primis “simpatico”… Giamburrasca, per caso è venuto a leggere i miei estratti conto bancari? Visto che fa dei giudizi sulle mie eventuali garanzie senza neppure sapere con chi sta parlando. Per caso ho chiesto qualcosa in prestito al tizio “giànburrasca”? Prima di commentare su qualsiasi persona bisogna documentarsi con delle certezze e non giusto per…  Si finisce solo per destabilizzare come noto si sta cercando di fare su questo portale… Per quanto riguarda le mie faccende giudiziarie vorrei fare una precisazione, qualcuno mi descrive come un criminale o un killer, purtroppo essere amministratore di una società spesso si incombe in situazioni simili, però io invito chiunque ad andare a leggere il mio casellario giudiziale da potersi rendere conto, andasse qualcuno a vedere la massa fallimentare della mia ex societa (nessu debito). Queste sono le realtà, il resto sono solo chiacchiericci di carta stampata…. Purtroppo noi imprenditori spesso siamo vittime di protagonismi giudiziali… Vedi i tanti casi in Italia di imprenditori colpiti da persecuzioni giudiziali… Quindi, detto questo, invito a chiunque sia di conoscere prima una persona e poi magari farsi dei giudizi ma non PREGIUDIZI. Mi auguro che la redazione di “riviera oggi” pubblichi questa mia email.
Un saluto a tutti i tifosi della samb ed un inbocca al lupo per tutto. Saluti
P. Di Cosola»

Tutto giusto e lecito. Le ragioni di Pasquale Di Cosola appaiono legittime e plausibili. Non è invece normale l’accusa a “giamburrasca” di voler destabilizzare qualcosa, magari con la nostra complicità. O meglio non ci ho visto nessuna volontà ma solo una presa di posizione da semplice tifoso della quale la società poteva benissimo non prendere in considerazione come non credo abbia fatto. Anche noi saremmo stati felicissimi se lei avesse acquisito la Samb togliendoci da una situazione grave se non gravissima. Sarebbe gravissimo se non le avessero ceduto la Samb per un nostro articolo o per un commento di un nostro lettore. Magari sarà per un’altra volta visto che le sue credenziali economiche potrebbero essere ottime.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.726 volte, 1 oggi)