SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In diretta dal Caffè Soriano la conferenza stampa di presentazione dell’associazione “Noi Samb”

FABRIZIO RONCAROLO “Vorrei intanto ringraziarvi per questa possibilità. Questo è un momento di festa: è nata l’associazione “Noi Samb” che promuoverà l’azionariato popolare. Questa non è solo una squadra, ma la nostra famiglia e la nostra storia. Una squadra nata dal nostro sacrificio, della nostra gente. Vogliamo trasformare questo azionariato in un movimento di popolo, lo dobbiamo alle nostre famiglie e ai nostri genitori, e se non ce la facciamo non riusciremo a trasmettere il nostro legame con la città. Qui ci sono moltissimi sambenedettesi doc; io porto il cognome di mio zio, che sessant’anni fa portò la Samb in B. Ci chiamiamo a raccolta, e ognuno di noi, ognuno di voi serve per il raggiungimento di questo obiettivo. E’ fondamentale percepire il senso di appartenenza a questa comunità, e se non ci riusciamo i nostri figli moriranno nell’apatia. Questa è un’associazione di TIFOSI, solo tifosi. Ci sono piccoli imprenditori, ma siamo i tifosi. Se riuscirò proverò a chiamare Pino e Nazzareno Perotti. Dobbiamo portare tutti dalla nostra parte, perché se dimentichiamo la nostra storia siamo perduti, perduti. Grazie a tutti, ai notai – Campana e De Felice – che sono stati con noi fino a tarda notte per sostenerci. Noi siamo San Benedetto, ed è ora che si faccia qualcosa. Oggi nasce l’associazione, ma non abbiamo ancora obiettivi: dobbiamo prima diventare grandi, l’importante è contarci. Siamo stufi di queste persone alla ricerca di pubblicità, e ci siamo stufati. Noi siamo un’associazione di tifosi, è bene saperlo. Non ci chiedete un programma perché siamo appena cresciuti – abbiamo voluto inserire all’interno PARMIGIANI per gli albergatori, ROSATI per l’imprenditoria, CROLLINA, gli avvocati VANNUCCI e GAETANI.

TRAINI: “In mezzo abbiamo coinvolto la curva Nord, e per noi l’appoggio dei tifosi, che si sentono rappresentati da noi, è importantissimo”

RONCAROLO: “Piccole cifre, grandi numeri. Cento euro per 5 mila persone sono 500 mila euro. Io mi sento di ringraziare tutti, la società e soprattutto Ottavio Palladini, che è stato fondamentale. Quest’anno siamo arrivati in serie C perché è stato un miracolo”

LIVIO RIGHETTI: “Il passato non conta. Io sono qui come rappresentante e portavoce della Curva Nord, ed è importante per tutte le manifestazioni che si terranno a San Benedetto. Non vogliamo il delinquente di turno, ma ci confronteremo con la proprietà stando con questa associazione. I ragazzi hanno capito che c’è tanta trasparenza, con molti sambenedettesi che vogliono passare sotto il vaglio coloro che si avvicinano alla società. Nei giornali io cerco un appoggio: dateci una mano. In molte occasioni ci sono stati problemi”

RONCAROLO: “Noi eravamo la prima squadra delle Marche, noi chiamiamo a raccolta tutta la vallata – tutti”

ROSATI “Aiutateci a far capire a tutti quel che abbiamo in mente, perché è importante: vogliamo e chiediamo il supporto di tutti”

RONCAROLO: “Dobbiamo impegnarci tutti, da Bassotti a Marinangeli, a Pino Perotti – facciamogli un piedistallo, perché rappresenta la storia di San Benedetto. Qui abbiamo prosperato tutti, e ora bisogna ridare. Non abbiamo ancora contattato nessuno. Domani sera chiameremo in raccolta e la gente di San Benedetto risponderà”

RIGHETTI: “Sia chiaro. Noi non siamo un serbatoio di denaro a fondo perduto per gli attuali o i futuri presidenti: saremo un organo di vigilanza a nome di tutta San Benedetto”

RONCAROLO: “Noi diamo i soldi e in cambio vogliamo trasparenza. Chiederemo a Zoboletti di divenire presidente onorario”

BARRA presidente, ROSATI vice presidente, TRAINI tesoriere

ROSATI: “Riguardo Tifosi Pro Samb noi siamo apertissimi, perché abbiamo bisogno di tutti, e se vogliono confluire siamo più che disponibili”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.437 volte, 1 oggi)