SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Convergenze in maggioranza per la nuova piscina. Il centrosinistra ha accolto favorevolmente l’idea di realizzare l’impianto natatorio al posto della esistente “Primo Gregori”.

Un percorso rinnovato, dettato dalla mancanza di parametri urbanistici a sostegno di un progetto ritenuto al contempo troppo costoso. Meglio allora ristrutturare l’impianto natatorio esistente e costruire una struttura dove oggi sorge la vasca scoperta.

Nel primo caso,verrebbe destinato spazio ai ragazzi e agli iscritti soggetti a riabilitazioni con una spesa complessiva di 500 mila euro, mentre nel sito adiacente si costruirebbe l’ambita piscina olimpionica da 50 metri.

L’obiettivo, ambizioso, prevedrebbe comunque costi dimezzati rispetto agli iniziali propositi del Comune. L’opera di Piergallini&Pignotti, ditta vincitrice del bando, sarebbe infatti dovuta sorgere lungo Viale dello Sport, con cifre vicine ai 12 milioni di euro.

Lavorare su un terreno comunale facilita le cose, abbassando di gran lunga la contropartita da offrire all’impresa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 809 volte, 1 oggi)