CUPRA MARITTIMA- Lisbona primi anni 70. Salazar è già morto ma non la sua feroce dittatura, con l’implacabile Pide, la polizia segreta, che arresta, tortura e uccide. Ma si tratta di un thriller romantico e non politico, quindi clandestinità, complotti, torture e arresti stanno sullo sfondo e il film se ne frega di come poi la rivoluzione militare dei garofani pose fine al regime fascista, nell’aprile del ‘74. I giovani Amadeu, Jorge, Joao e Estefania sono uniti dalla politica ma separati dall’amore, seguono casini e colpi di scena, sia negli anni 70 che nel presente, quando il cocciuto Irons, che nel frattempo ha perso il posto d’insegnante a Berna, cerca di rintracciare negli angoli più belli di Lisbona i sopravvissuti ormai anziani, per ricostruire chissà perché la vita di Amadeu, morto giovane; infastidendo il farmacista Bruno Ganz, il ricoverato in ospizio Tom Courtenay e persino la un tempo contesa patriota Estefania, Melanie Laurent, diventata una signora borghese con la faccia di Lena Olin, ultracinquantenne molto carina

Ultimo appuntamento per il Cinema Margherita di Cupra Marittima, in attesa che si apra la stagione estiva.

Da venerdì 31 maggio a lunedì 3 giugno propone Treno di notte per Lisbona di Bille August con Jeremy Irons, Mélanie Laurent, Jack Huston, Martina Gedeck, Tom Courtenay. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Pascal Mercier

Trama:La vita di Raimund Gregorius è ben organizzata, ma monotona e prevedibile. Il 57enne professore di latino vive in un piccolo appartamento a Berna, ogni giorno si reca a scuola dove insegna una materia che suscita poco interesse negli studenti, la sera, non potendo dormire, gioca da solo a scacchi. Il giorno che cambierà per sempre la sua vita inizia come qualsiasi altro… Mentre Raimund attraversa il ponte che lo conduce a scuola vede una giovane donna con un cappotto di pelle rossa che si sta per gettare nel fiume. Le salva la vita, ed inconsapevolmente, lei salva la sua. Lei lo accompagna a scuola. Lungo la strada lui le chiede se avesse realizzato che avrebbe potuto cambiare la sua vita in un solo istante. Quando l’enigmatica giovane donna dimentica il soprabito in classe, Raimund, sotto l’occhio stupito dei suoi alunni, l’afferra e le corre dietro. Non riesce a trovarla, ma nella tasca trova un libro e un biglietto del treno per Lisbona. Arriva alla stazione appena prima che il treno parta. La donna è introvabile e, inspiegabilmente, all’ultimo momento, Raimund sale sul treno. Nel viaggio inizia a leggere il libro appena trovato, un profondo lavoro di Amadeu Prado, un dottore portoghese, rivoluzionario e filosofo. (www.trovacinema.it)

Tra gli interpreti Jeremy Irons, Mélanie Laurent, Jack Huston, Martina Gedeck, Tom Courtenay.

Orari: Venerdì 31 maggio ore 21.15; sabato 1° giugno, ore 21.15; domenica 2 giugno ore 16, 18.30, 21.15; lunedì 3 giugno ore 21.15;

Ingressi: intero 6 euro; ridotto 4,50; universitario 4 euro

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 207 volte, 1 oggi)