TORTORETO – All’alba di oggi, i finanzieri del Comando Provinciale di Teramo, in esecuzione di ordinanza del GIP del Tribunale de L’Aquila hanno tratto in arresto Pasqualino Saccuti, responsabile del settore economico finanziario del Comune di Tortoreto e provveduto ad eseguire decreti di sequestro per equivalente su beni mobili ed immobili nonchè disponibilità finanziari, il tutto pari a circa 400mila euro.

I reati contestati vanno dalla truffa aggravata al peculato, dall’appropriazione indebita all’accesso abusivo al sistema informatico dell’Ente ed ancora al falso ideologico e materiale.

Le indagini coordinate dal Sost. Proc. della Repubblica de L’Aquila, David Mancini hanno tratto origine da un episodio dello scorso anno che ha visto il dirigente del Servizio Finanziario del Comune di Tortoreto coinvolto nell’acquisto di un Suv per uso personale con le risorse finanziarie del citato Ente.

il Dirigente tratto in arresto, aveva acquistato con denaro dell’Ente beni immobili e mobili il tutto a solo vantaggio personale.

Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati un immobile di circa 150 metri quadrati con annessi 3 box/garage, 2 motocicli, 3 autovetture, svariata attrezzatura per l’esercizio di una lavanderia automatica a gettoni di Tortoreto, quote di multiproprietà dislocate sul territorio nazionale, svariati beni di arredamento per interno ed esterno, molteplice materiale informatico ed elettronico, attrezzatura da fitness, orologi.

L’autore della illecita condotta criminosa è stato rinchiuso presso la casa circondariale di Castrogno di Teramo a disposizione dell’A.G. inquirente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 513 volte, 1 oggi)