GROTTAMMARE – Riceviamo e pubblichiamo le considerazione di Filippo Olivieri, sulle appena concluse elezioni Comunali di Grottammare.

“Onore ai vincitori. Piergallini ha vinto con numeri importanti e al di sopra di ogni dubbio, e rinnovo i miei complimenti a lui e al suo gruppo di candidati. E’ inutile affermare che aspettavo la chance del ballottaggio ma, probabilmente, non siamo riusciti ad esprimere al meglio e a far capire la nostra proposta di cambiamento.

Cercherò, dall’opposizione, di dar voce a chi ha creduto nel nostro programma, lavorando soprattutto per l’occupazione e il rilancio dell’economia, nella speranza che alcune mie proposte possano essere recepite dalla nuova maggioranza che, continuo ad affermarlo, dovrebbe lavorare per trasformare Grottammare in una città id nome e di fatto. Cosa che finora non è stata, a mio avviso, neppure tentata.

Il mio plauso va comunque a Enrico Piergallini ma anche a tutti gli altri avversari. Al termine di questa avventura non ho rimpianti ma solo un unico e grande cruccio: quello di una frattura di schieramento evitabile, probabilmente, con una maggiore determinazione nelle scelte nei cosiddetti piani alti. Ora è venuto il momento di corciarsi le maniche e riprendere il lavoro di opposizione che, solo se portato avanti unitamente, può renderci credibili di fronte alla città”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.046 volte, 1 oggi)