Per il video clicca in basso a destra.Riprese di Maria Josè Fernandez Moreno

GROTTAMMARE – Concluse le elezioni di Grottammare rimangono delle precisazioni da fare per alcune notizie riportate della nostra diretta. Fra queste il ritardo registrato nella sezione 13, dove sono state contestate un centinaio di schede.

Avvertiti del disordine in atto, noi di Riviera Oggi ci siamo precipitati sul posto e abbiamo visto la presidentessa del seggio, Alessandra Bruni, in difficoltà nel colloquio con Anna Amici, ideatrice della Lista Rosa Giovani Azzurri in appoggio a Filippo Olivieri, che contestava  le schede.

Presente anche Antonella Ciocca, che  raggiunta al telefono, ci  ha dichiarato di non aver innescato alcuna contestazione visto che, non essendo di Grottammare, non poteva essere tra le rappresentanti di lista. La candidata del Pdl ci ha riferito di essersi rivolta ad una giovane scrutatrice, a suo dire, alquanto agitata per quello che stava accadendo e di averle detto: “Forse pecchi di inesperienza, purtroppo funziona così”.

Sta di fatto che il seggio è stato chiuso a mezzanotte inoltrata.

Sul blog del Popolo della Libertà di Grottammare, ci si accusa di dire menzogne e  hanno riportato la loro di verità: “Al seggio numero 13 del comune di Grottammare si sono presentati rappresentanti di lista di altre sezioni a creare disordini, Mariani (Daniele? ndr) candidato con Piergallini e altri intervenivano senza avere alcun titolo nella sezione stessa, la presidente del seggio ha chiamato le guardie per allontanare tutti quelli che non avevano titolo a stare all’interno del seggio”.

Noi eravamo sul posto e Mariani (Daniele?) non c’era, ma Anna Amici e Antonella Ciocca, che poi ha chiarito la sua posizione, sì.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.862 volte, 1 oggi)