SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Multe a raffica sabato notte per violazioni del divieto di sosta. Le contravvenzioni sono state ben 90 e 84 di queste hanno interessato automobili parcheggiate sul lungomare, negli stalli destinati originariamente ai motocicli.

Dopo i positivi riscontri del passato weekend, con il problema che si era comunque trasferito lungo Viale delle Tamerici, la sosta selvaggia sul litorale torna a rappresentare un reale problema. Inutili sono stati gli sforzi dei locali aderenti all’associazione Madrugada, intenzionati a limitare il fenomeno mediante l’installazione di cartelli di avviso all’interno delle strutture: “Parcheggia bene e goditi la serata”, era stato lo slogan prescelto.

“Non appena quei posti si riempiranno nuovamente di scooter, il disagio si annullerà”, aveva garantito il titolare di “Bagni Andrea”, Sandro Assenti. La sensazione, al contrario, è che in futuro gli stessi motorini faticheranno non poco a trovare un metro disponibile per la fermata.

Accaparrarsi un parcheggio rischia infatti di diventare un’impresa. Dal primo giugno, le zone blu torneranno a pagamento dalle 9 alle 24 e non si potrà più godere dello spazio gratuito (disponibile fino a dodici mesi fa) nell’area dell’ex tirassegno. Circa 300 posti volati via, a danno non solo degli avventori degli chalet, ma anche dei residenti del quartiere Marina di Sotto.

Sul fronte movida, in Via Mentana e strade limitrofe sono state 6 le sanzioni elevate per il mancato rispetto dell’ordinanza anti-alcol firmata a gennaio dal sindaco Giovanni Gaspari, a cui se ne aggiunge una a carico di un esercizio del posto.

Il perimetro è stato pattugliato dalle forze dell’ordine per il terzo sabato consecutivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.973 volte, 1 oggi)