GROTTAMMARE –  Il 26 e 27 maggio si vota. Manca poco all’apertura dei seggi e abbiamo deciso di compilare questo articolo-promemoria per garantire le dovute informazione anche all’elettore che decide all’ultimo momento per chi votare e  ai  dubbiosi.

Innanzi tutto ricordiamo che per questa tornata comunale, avendo Grottammare superato le 15 mila persone, sia andrà al ballottaggio. Nel caso in cui un candidato non si aggiudichi la maggioranza sopra al 50%, il 9 giugno i grottammaresi saranno di nuovo chiamati ad esprimere una preferenza trai due che avranno ottenuto i voti maggiori.

COME SI VOTA- Per i comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti la scheda reca i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti entro un apposito rettangolo, al cui fianco sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato e’ collegato.

L’elettore può votare: per una delle liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno (il voto cosi’ espresso si intende attribuito anche al candidato sindaco collegato); per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, non scegliendo alcuna lista collegata (il voto così espresso si intende attribuito solo al candidato alla carica di sindaco); per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste collegate, tracciando un segno sul relativo contrassegno (il voto cosi’ espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista collegata); per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una lista non collegata, tracciando un segno sul relativo contrassegno (il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista non collegata, cosiddetto “voto disgiunto”).

L’elettore potrà manifestare non più di due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale. Potrà farlo scrivendo, nelle apposite righe stampate sotto ogni contrassegno di lista, i nominativi (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) dei candidati preferiti appartenenti alla lista prescelta, avendo però presente che, nel caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.

BALLOTTAGGIO- Il voto si esprime tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato sindaco prescelto.

CANDIDATI E LISTE- Cliccando sopra il nome del Candidato Sindaco si aprirà una finestra dove si potrà leggere  l’intervista, mentre se si clcca sulle liste si potrà visionare il video di tutti i candidati (assenti giustificati a parte) per le comunali di Grottammare 2013.

Filippo Olivieri: liste “Grottammare Attiva”, “Popolo delle Libertà”, “Map” e “Lista Rosa e i Giovani Azzurri”

Enrico Piergallini: liste “Solidarietà e Partecipazione” e “Città in Movimento

Sandro Mariani:  lista “Grottammare Futura

Maria Grazia Concetti: lista “Concetti sindaco

Andrea Crimella nel caso del Movimento 5 Stelle, i video dei candidati sono contenuti nell’articolo con l’intervista del loro portavoce.

Inoltre alleghiamo l’articolo dell’ incontro pubblico che si è tenuto al Kursaal il 22 maggio scorso, grazie all’associazione Radio Incredible.

Per tutte le altre informazioni sulla comunali digitare il tag “elezioni grottammare 2013

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.606 volte, 1 oggi)