RIPATRANSONE – Una domenica all’aria aperta, con i sapori di una volta, in campagna, per scoprire e riscoprire il mondo del vino proprio laddove nasce. Il 26 maggio torna “Cantine Aperte”, la giornata che da 21 anni celebra la cultura del vino direttamente nei suoi luoghi di produzione.

Nel Piceno va segnalata l’iniziativa della Tenuta Cocci Grifoni, che nella sua sede di Contrada Messieri 12 (San Savino di Ripatransone) organizzerà  una domenica di convivialità all’aria aperta. Fave e pomodori freschi, pane e olio, formaggi, salumi locali e olive ascolane accompagneranno una giornata di relax fra i colori e i panorami suggestivi delle colline picene, degustando i vini rossi e bianchi che hanno appena ricevuto quattro medaglie d’argento ai prestigiosi concorsi enologici di Londra e Bruxelles.

Le stuzzicherie saranno preparate dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero di San Benedetto del Tronto, coordinati dai loro docenti.

Cultori e semplici appassionati, esperti sempre alla ricerca dell’annata più memorabile e amanti della gita fuori porta, tutti insieme in una giornata di primavera, assieme a chi il vino lo produce e lo custodisce. Una giornata speciale, alla quale quest’anno la Tenuta Cocci Grifoni dedica anche il suo percorso fotografico “Cantina, Storia, Poderi”.

Immagini d’autore realizzate da uno dei fotografi più famosi a livello nazionale, il siciliano Giò Martorana, che rendono il giusto omaggio alle armonie dei filari di vite, assieme a scatti tratti dall’album della famiglia Cocci Grifoni, per testimoniare oltre 40 anni di successi e di amore profondo per questo mondo appassionante.

Si potrà far pranzo con una spesa davvero minima. Sei euro per un piatto di salumi, formaggio, miele e timballino di verdure, 2 euro e cinquanta per un cartoccio di olive all’ascolana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 297 volte, 1 oggi)