SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal 22 maggio Pierluigi (Piero per gli amici) Michettoni è scomparso. Il titolare del bar Caffè dello Sport di via Secondo Moretti, sarebbe stato visto per l’ultima volta nel primo pomeriggio di mercoledì. Da quel momento nessuno sa che cosa sia successo e che fine abbia fatto. La denuncia della scomparsa è stata fatta dalla moglie, Mariangela Rossi, che non vedendolo tornare la sera, nella loro casa di Acquaviva, e non potendolo chiamare, perché Michettoni non ha il cellulare, si è rivolta la mattina dopo ai Carabinieri.

E’ stata subito identificata come la sua, una macchina parcheggiata tra via Volturno e via Risorgimento, con le chiavi ancora inserite nel cruscotto. Questo lascerebbe intendere che l’uomo si sia mosso a piedi.

Alle forze dell’ordine la donna ha dichiarato che un motivo della scomparsa potrebbe essere un assegno che il marito aveva concesso ad un amico il quale, al momento di restituirgli i soldi, si è defilato. La Banca Credito Cooperativo Piceno-Truentina per il saldo del medesimo assegno, di cui non si conosce l’entità, si è rivolta proprio al Michettoni e forse questo ne ha provocato la scomparsa.

Su gli  ultimi aggiornamenti del caso ci ha informato il tenente Saverio Loiacono del Nucleo operativo dei Carabinieri di San Benedetto, riguardo il piano provinciale per la ricerca di persone scomparse, per mare e su altri territori, come in Emilia Romagna, visto che l’uomo, a detta della moglie, avrebbe molti conoscenti.

Continuano le indagini per quanto riguarda l’assegno: “Ci sono delle situazioni debitorie- continua Loiacono- che stiamo verificando” .
Le ricerche continuano anche sui social network dove la famiglia ha lanciato un appello. Se qualcuno sapesse qualcosa deve immediatamente contattare i Carabinieri .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 7.488 volte, 1 oggi)