SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con l’inaugurazione della mostra “Fango e Sudore, le Maglie del Rugby Mondiale” si aprirà la settimana sambenedettese dedicata ai festeggiamenti per la posa della prima pietra sul terreno destinato ad ospitare il primo campo da Rugby della cittadina della Riviera Picena.

L’area messa a disposizione dell’amministrazione comunale è destinata alla società Unione Rugby San Benedetto del Tronto che si è aggiudicata il bando comunale, di cui è presidente Pierluigi Camiscioni, uno degli sportivi simbolo della cittadina marchigiana. Madre romana, padre sambenedettese (il compianto Marcello, pioniere del turismo sambenedettese), un presente da imprenditore con una parentesi nel mondo del cinema, è stato Azzurro negli Anni ’70, esordendo a 19 anni nel suo ruolo di seconda linea contro l’Inghilterra U.23 a Gosforth (13 settembre 1975).

E’ proprio Pierluigi, amico del Museo del Rugby, il promotore della mostra che sarà allestita presso la sede del Comune di San Benedetto del Tronto dal 27 al 31 maggio. Per ragioni di spazio solo una parte della collezione di maglie che oggi supera i milletrecento esemplari, saranno esposte nella hall della sede comunale di Via De Gasperi 124 che ospita anche la sala del consiglio cittadino: circa centoquaranta maglie storiche tra cui la maglia dell’esordio di Pierluigi Camiscioni ed i cimeli donati al museo da un altro sanbenedettese d.o.c., Giovambattista Croci, seconda linea della Nazionale Italiana in ventiquattro incontri internazionali ufficiali, tre dei quali in Coppa del Mondo (1991).

La mostra organizzata dal Comune di San Benedetto del Tronto in collaborazione con l’Unione Rugby San Benedetto del Tronto, verrà inaugurata lunedì prossimo, 27 maggio, alle ore 18.30 alla presenza del Primo Cittadino, Giovanni Gaspari, un trascorso da rugbista e grande appassionato della pallovale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 714 volte, 1 oggi)