SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sergio Pezzuoli presenterà, durante il prossimo Consiglio Comunale, un’interrogazione  in merito ai contributi comunali destinati a sostegno delle attività di volontariato.

Abbandonate per ora le contestazioni in tandem con Loredana Emili sulla realizzazione di un distributore di benzina lungo Viale dello Sport, il nuovo affondo contro l’amministrazione comunale dell’esponente del Partito Democratico andrà in scena nell’assise del prossimo 30 maggio e riguarderà direttamente l’assessorato alle Politiche Sociali guidato da Margherita Sorge.

Nel mirino è finita la delibera di giunta numero 74 del 9 maggio scorso, con cui viene destinato un fondo a cinque associazioni rivierasche che avevano effettuato regolare richiesta. Trattasi di “Sulle Ali dell’Amore”, a cui andranno 2500 euro (domanda pervenuta in Municipio il 2 aprile); “Centro di Solidarietà”, che percepirà 3 mila euro (lettera spedita il 18 febbraio); “Fondazione Banco Alimentare onlus”, che intascherà 1000 euro (11 marzo); “Centro Famiglia” (2 mila euro, 16 aprile) e “Il Mattino onlus”, che porterà invece a casa 5 mila euro. L’intera somma, 13.500 euro è disponibile al capitolo 806.054 del Bilancio di esercizio 2013.

Si legge nel documento: “Permangono le motivazioni che hanno condotto il Comune a stabilire che gli interventi di sostegno anche economico debbono essere rivolti a quelle associazioni di volontariato, di promozione sociale, fondazioni, cooperative sociali che operano a sostegno del reddito familiare, della risoluzione delle problematiche abitative,  delle fasce deboli quali anziani e non auto sufficienti. Le suddette associazioni e la Fondazione Banco Alimentare, svolgono da anni nel territorio di San Benedetto attività di sostegno alle famiglie in situazione di disagio, sia attraverso l’erogazione di beni di prima necessità, che attraverso l’erogazione di servizi per le famiglie”.

“I miei dubbi riguardano in special modo Il Mattino, visto che la richiesta era arrivata in Comune appena due giorni prima del voto degli assessori (il 7 maggio, ndr)”. Non solo: per il consigliere comunale dei democratici l’elargizione sconfesserebbe un’altra delibera di giunta, la numero 196 del 27 settembre 2012. Che sanciva: “Ai fini dell’erogazione dei contributi, i cui importi andranno concordati con l’assessorato di riferimento, individuando già da ora la contribuzione massima di 2 mila euro e sempre nei limiti della dotazione di bilancio dell’apposito capitolo, vanno individuate delle priorità d’intervento in relazione ai bisogni manifestati ed emergenti”.

Tetto di 2 mila euro, appunto. Asticella sorpassata da tre associazioni, tra cui ancora “Il Mattino”, che godrà di oltre il doppio del contributo fissato..

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.346 volte, 1 oggi)