CORFU’ – Su invito di Ioannis Trepeklis, sindaco di Corfù, il sindaco Giovanni Gaspari è in missione nell’isola greca del Mar Ionio in occasione dello “Ionian Island Union Memorial”, celebrazione che si svolge ogni 21 maggio per ricordare l’annessione degli Stati Uniti delle Isole Ionie (Corfù, Cefalonia, Zante, Santa Maura, Cerigo, Itaca, Paxò) alla Grecia, avvenuta nel 1864.

Come si ricorderà, il sindaco corfiota è stato a San Benedetto del Tronto lo scorso 13 ottobre, in occasione della Festa del Patrono San Benedetto Martire per visitare il territorio Piceno, alcune eccellenze imprenditoriali, conoscere l’arte, la cultura e la tradizione popolare locale e stringere un rapporto di amicizia con la città.

Questo primo incontro pose le basi per un confronto tra le due realtà turistiche, l’una affacciata sul Mar Adriatico, l’altra sul Mar Ionio, realtà vicine se osservate nell’ottica della costituenda Macro Regione Adriatico – Ionica, anche in vista della possibile stipula di un protocollo di gemellaggio.

Nella mattinata di oggi Gaspari ha partecipato, insieme agli omologhi delle sette isole, alle massime autorità civili e militari greche e al console italiano a Corfù Giancarlo Bringiotti, alle cerimonie ufficiali.

Dopo la celebrazione del “Te Deum” nella chiesa del Santo Spirito, chiesa ortodossa al centro della capitale Corfù Town, il primo cittadino sambenedettese, che è accompagnato dal funzionario responsabile delle attività di gemellaggio Guido Renzi, che ha partecipato al convegno tenuto al Palazzo di Santi Michele e Giorgio che ha ripercorso le tappe che hanno portato all’istituzione della Repubblica delle Sette Isole del Mar Ionio. Nel programma, anche la partecipazione alla parata di gruppi folkloristici e bande musicali greche e alla deposizione delle corone al mausoleo che ricorda la data del 21 maggio. Il rientro è previsto per domani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.233 volte, 1 oggi)