CAMPLI – Le bellezze storiche ed artistiche di Campli in una visita notturna che include anche degustazioni enogastronimche dei prodotti tipici locali. Si chiama “Campli di notte. Un museo e oltre…” l’iniziativa organizzata sabato 18 maggio dall’associazione culturale e turistica Gemini nell’ambito della IV Edizione della Notte dei Musei, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

L’associazione Gemini, è una realtà giovane, costituita da studiosi e appassionati di storia, arte e natura, nata con l’obiettivo principale di tutelare e valorizzare il territorio di riferimento, sito nell’entroterra della Provincia di Teramo. Il nome evoca non solo l’incredibile bellezza del comprensorio dei Monti Gemelli, ma anche l’enorme ricchezza naturale e culturale di cui il distretto del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, denominato “Tra i due Regni” è profondamente permeato.

L’associazione si prefigge l’intento di organizzare di giornate ecologiche per la salvaguardia dell’ambiente, eventi finalizzati a recuperare e mettere in risalto aspetti generalmente trascurati, legati alla cultura ed alla tradizione, visite guidate per sviluppare la conoscenza storica, artistica e naturalistica di questi luoghi.

“Campli di notte. Un museo e oltre…” è un evento unico che coniuga cultura, enogastronomia, arte e tradizione, in un’ambientazione notturna suggestiva ed affascinante. Straordinaria occasione di conoscenza di peculiari risorse del territorio teramano: degustazione di prodotti tipici e tartufo e visita guidata di Campli, storica città d’arte e museale, autentico scrigno di tesori. Spiccano fra questi ultimi la ex Cattedrale di Santa Maria in Platea, la bellissima Cripta medioevale, la Scala Santa, una delle sole tre riconosciute al mondo, e il Museo Archeologico Nazionale, che custodisce i reperti della vicina Necropoli, testimonianza della vocazione guerriera delle antiche genti di Campovalano e dei fasti della storica aristocrazia locale. Media partner L & L Comunicazione.

L’iniziativa è solo la prima delle occasioni per riscoprire insieme, assistiti dalla competenza delle guide, le meraviglie (luoghi, sapori, arte, tesori e tipicità uniche) dell’entroterra teramano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 190 volte, 1 oggi)