SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Furto di monetine all’Unicredit di Porto d’Ascoli. Due sacchi contenenti 3500 euro sono stati portati via da un malvivente che ha messo assegno il colpo in solitaria.

Intorno alle 11 del 14 maggio, la filiale era vuota e un impiegato stava procedendo alla conta di sue sacchi di monete, quando è entrato il rapinatore, con occhiali scuri e cappello e di chiaro accento italiano, a detta dei testimoni. Questi minacciando l’addetto con un taglierino ha afferrato le due borse, tra l’altro pesanti, ed è scappato a piedi.

Dopo l’uscita del malvivente, è scattato l’allarme. Sul posto sono intervenuti i militari dell’arma della locale stazione, i colleghi della compagnia di San Benedetto e quelli del reparto operativo di Ascoli Piceno che hanno eseguito i rilievi tecnici. Nessuno all’esterno ha visto nulla, né si hanno conferme del fatto che sia realmente fuggito a piedi o se sia salito a bordo di un mezzo.

Gli investigatori hanno raccolto le testimonianze degli impiegati ed ora stanno esaminando le immagine registrate dalle telecamere di sorveglianza interne ed esterne alla banca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 445 volte, 1 oggi)