GROTTAMMARE – Turismo, commercio, sport e porto canale. Questi gli argomenti affrontati durante la conferenza stampa indetta da una delle quattro liste in appoggio a Olivieri, Grottammare Attiva.

Nel corso della presentazione hanno preso la parola alcuni candidati, come la giovane Linda Rivera che ha sottolineato l’importanza del turismo: “Bisogna uscire dallo stato di quiescenza e riportare Grottammare, una delle città più belle d’Italia, a lavorare per trasformare lo sviluppo turistico in una vera e propria industria turistica”
A parlare è stato anche Marco Sprecacè che ha sottolineato l’importanza delle parrocchie e degli oratori che sarebbero, a suo avviso, veri e propri “laboratori di talenti”.

Massimo Iobbi, lo sportivo del gruppo, ha proposto permettere ai giovani di usufruire di un periodo gratuito di prova nelle varie discipline sportive per decidere quale voler poi praticare.

Mentre Maurizio Valtorta ha parlato della necessità di un’evoluzione del turismo: “La figura del turista è cambiata – ha affermato – dobbiamo studiare il mercato per capirne le esigenze. E’ l’eccellenza a fare notizia”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Enzo Stramenga che ha sottolineato la necessità di sfruttare al meglio le potenzialità di Grottammare e dell’intero territorio: “Siamo un contenitore perfetto di territorio e clima, manca però il marketing”.
Presente anche Ida Bassotti , intervenuta nel nome del rilancio del commercio cittadino: “L’area pedonale di Grottammare è caratterizzata da una illuminazione scadente, e d’inverno diventa un mortorio. Si dovrebbero organizzare eventi per destagionalizzare il turismo e muovere l’economia anche nei mesi più freddi”.
Serafino Bruni, presidente dell’Associazione Grottammare Attiva, nata quattro anni fa, dalla quale è generata la lista, ha quindi mostrato un progetto del porto canale realizzato dal geometra Guido De Angelis scendendo in tutti i dettagli.

Di seguito la relazione del progetto a firma di  Bruni.

“Purtroppo non c’è stata mai volontà politica per la realizzazione di un porto turistico a Grottammare da oltre 20 anni. Oggi grazie alla candidatura di Filippo Olivieri Sindaco con la lista Grottammare Attiva siamo riusciti a cavalcare l’onda per la realizzazione del porto canale turistico, alla foce del  Tesino di Grottammare, che sarà una lotta soprattutto alla disoccupazione della città stessa perché all’interno di questo contesto tutta la massa lavorativa sarà solo ed esclusivamente per i cittadini di Grottammare.
Non sono poche le attività che dovranno svolgersi nell’ambito di questa struttura, dove andremmo ad abbattere parzialmente la soglia massima dei disoccupati che oggi sono arrivati a circa 4.360 unità di cui 1.800 sono solo donne. Non sarà solo una lotta alla disoccupazione, ma sarà anche un volano per l’economia ed il turismo di Grottammare stessa e nello stesso tempo sarò un fiore all’occhiello per tutta la Provincia di Ascoli Piceno, che dovrà essere orgogliosa di avere una nicchia turistica anche per aprire le porte alle coste Slave con un aliscafo che farà rotta sulle coste antistanti a Grottammare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 717 volte, 1 oggi)