In questi anni abbiamo dato approfondito spazio alle vicende che riguardano la “vita notturna” del centro cittadino e di via Mentana e zone limitrofe in particolare. Riceviamo, oltre che a tanti commenti, anche diverse e-mail e richieste di approfondimento ulteriore. Raramente le abbiamo pubblicate con la frequenza con le quali ci venivano inviate.

Anche come giornale, crediamo di essere giunti, sulla questione, ad un punto di non ritorno. Gli imprenditori devono lavorare, i residenti devono riposare, i clienti devono divertirsi: tre punti fermi da non oltrepassare, come disciplinato da norme di legge e amministrative. 

Per il resto continueremo a fare cronaca ma, se in passato ci siamo limitati alla nostra cronaca, abbiamo ora deciso di ospitare la voce dei residenti, sempre più pressante al nostro telefono e nella nostra casella e-mail, perché è il nostro dovere e perché il nostro giornale non può rischiare di essere additato come fomentatore di una situazione per molti invivibile e per tanti altri, invece, gonfiata ad arte per creare un caso e un seguito di lettori.

RivieraOggi fotografa e rende pubblica una situazione visibile e davanti gli occhi di tutti. Ma se qualcuno ha dubbio che non sia così, parlino direttamente i cittadini, siamo a loro disposizione, così come siamo a disposizione di comitati, associazione, imprenditori, politici, che vorranno contribuire a risolvere il problema.

Di seguito la lettera di un nostro assiduo lettore e commentatore, Giovanni Filippiniche chiama in causa il giornalista Pasquale Bergamaschi del Resto del Carlino, al quale consentiremo ovviamente, se lui lo vorrà, il diritto di replica. Grazie

la Redazione di Riviera Oggi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Scusate se utilizzo questa mail ma non so come raggiungere il signor Pasquale Bergamaschi. Il mio nome è Giovanni Filippini e desideravo esternare tutto il mio disappunto riguardo all’articolo apparso oggi sulla cronaca di San Benedetto inerente via Mentana.

Egregio signor Pasquale lei non ha mai è dico mai vissuto questa zona negli ultimi anni e da quanto ho potuto constatare lo ha fatto solo la sera che c’era il comandante dei Carabinieri di San Benedetto ed a pochi giorni dalla convocazione del comitato per l’ordine e la sicurezza provinciale, pubblica  un articolo dando dei visionari a noi residenti e attaccando altri organi di stampa mah!,  strano che non si è reso conto di nulla tant’é che mi sembra siano state fermate persone per possesso di minimi quantitativi di droga,  strano che non si sia reso conto delle persone che urinavano e vomitavano certo ma lei stava in via Pizzi e non poteva  rendersi conto di quello che accadeva in via Volturno ed in via Galilei ed in via Aspromonte ed in via Custoza, sa perche la pipì non la fanno davanti a lei, strano che sostiene che non siano state fatte nefandezze ma certo le foto che abbiamo fatto sono dei falsi vero?

Vede la verità deve essere fondamentale per un giornalista e quello che accade nelle nostre vie lo subiamo noi residenti tutti i sabati durante l’inverno e tutte le sere durante l’estate, se gli avventori si limitassero al bere ed al chiacchiericcio sicuramente saremo i primi ad accettare tali comportamenti ma purtroppo tra 500 persone che stazionano oltre via Mentana anche in via Palestro e via Galilei (sì perché quelle vie lei se le è pure dimenticate) c’è un buon 10-15% di ragazzi che creano turbativa e che una volta chiusi i locali stazionano in queste vie facendo di tutto.

Infatti il target di età  dei clienti del bar di via Palestro (Ippogrifo)  è più basso di quello degli altri locali  (il proprietario di quel bar è stato sanzionato) per non parlare poi del bar Bijou, ma lei queste cose le sa vero? Sono mesi che sostengo che bisognerebbe guardare oltre via Mentana.  Vede le ripeto noi non siamo visionari venga una sera nelle nostre case e magari si renderà conto di tutto quello che accade quando senza la presenza delle forze dell’ordine regna l’anarchia.

Sperando di vederla più spesso da queste parti affinché possa ergersi a paladino della realtà così come viene vissuta magari come fanno altri suoi colleghi che vivono questa situazione al fianco dei cittadini (sia essi residenti che gestori ed avventori ) la saluto.

Giovanni Filippini

Ps: molto maliziosamente leggo  un Twitter del suo sindaco Gaspari che dice che a dispetto delle critiche che gli sono rivolte molti scelgono la nostra città per trascorrere la serata, lei contestualmente non nota nessun inferno dantesco mah! A pensar male si fa peccato ma…

IL DIRETTORE AGGIUNGE

Capisco che per vendere i giornali si fa di tutto ma l’esagerazione e la non verità non può passare inosservata se si vuole il bene della città. Motivo per cui aggiungo due distinguo: il mio amico Pasquale Bergamaschi scrive di “nefandezze sottolineate dagli organi di informazione locale” dimenticando che su uno di quelli (anche il suo R.D.C. insieme a C.A. e I.M., nell’edizione di ieri si è reso colpevole di nefandezze) lui stesso sta scrivendo, a meno che non ritenga che i suoi interventi siano di carattere nazionale. Sul titolo “Via Mentana non è un…” invece mi viene in mente quel correttore di bozze che qualche giorno fa ci ha dato una mano facendoci notare un nostro errore. Non faccia figli e figliastri e corregga anche il Resto del Carlino tramite il suo social network.  A buon intenditor poche parole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.905 volte, 1 oggi)