SAN BENEDETTO DEL TRONTO – One World Record. Se Mediaset avesse mandato in onda la trasmissione “Lo Show dei Record”, il Porto d’Ascoli sarebbe stato inscritto nel grande libro dei guinness.

La stagione 2012-2013 ha sorvolato ogni rosea previsione librandosi sulle ali dell’umiltà, della meticolosità e della determinazione. E così la compagine di mister Filippini vuole continuare a stupire società, tifosi e gli amanti del calcio.

Non a caso sabato al campo sportivo Ciarrocchi i biancocelesti sono impegnati nella semifinale per il titolo regionale di Prima Categoria contro il Chiesanuova, formazione vincitrice del torneo di Prima Categoria girone C.

Un match tra primatiste: i padroni di casa vittoriosi con 75 punti a 10 lunghezze dalla seconda – il Montottone, gli avversari vincenti con 66 punti ad una sola lunghezza dalla seconda ossia il Camerino.
Il Chiesanuova, formazione della città di Treia, ha avuto la miglior serie positiva con 9 partite (8 vittorie e un pareggio). Le statistiche dicono miglior attacco con 51 reti e una difesa perforata solo 20 volte. Carca e Pettinari guidano al settimo e al 10 posto la classifica marcatori con 12 reti a testa mentre più in basso Di Francesco con 9 e un rigore battuto.

Risponde il Porto d’Ascoli con numeri da capogiro: ha dovuto attendere 27 giornate prima di cedere lo scettro dell’imbattibilità. Miglior attacco con 67 reti e miglior difesa con appena 15 reti subiti. Di Girolamo capocannoniere con 19 reti, seguono Di Lorenzo con 13 e Carosi con 10. Sarà un match in cui le cifre faranno la differenza per la finalissima dell’11 maggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)