SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quarantasette alloggi di edilizia popolari saranno presto disponibili a San Benedetto. Perchè in temi di profonda crisi economica lavoro e casa sono  le maggiori richieste dei cittadini.

Gli enti pubblici stanno cercando di venire incontro alle nuove esigenze con interventi urbanistici ed investimenti. Come quello di 316 mila euro della Regione Marche, che consentirà di terminare 10 appartamenti a Porto d’Ascoli, in zona Santissima Annunziata.

Il progetto è stato comunicato dall’assessore regionale con delega all’edilizia residenziale pubblica, Antonio Canzian: “Si sta predisponendo un Piano triennale di 9 milioni di euro che permettera’ l’avvio di bandi”.

Per le case dell’Agraria era stato stanziato anche un altro milione dall’Erap. Ci sono poi gli 1,8 milioni per 14 appartamenti in Via Tonale, 19 abitazioni al posto dell’attuale casa parcheggio in Via Mameli (grazie ai 700 mila euro di fondo regionale) ed altri 4 nell’ex scuola Castello del Paese Alto.

Due milioni del fondo di garanzia saranno invece utilizzati per far fronte all’emergenza sfratti. Nel 2012, nelle Marche, quelli esecutivi per morosità sono stati 1022. Nelle province di Ascoli e Fermo il dato si ferma a 266, dinanzi a ben 2112 richieste di allontanamento.

“C’è fame di alloggi – afferma il sindaco Gaspari, affiancato dall’assessore al Sociale, Margherita Sorge – i soldi intercettati fanno in modo di portare avanti un percorso”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 780 volte, 1 oggi)