SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Seconda serata di semifinali per Sotterranea 2013 che sabato 4 magio tornerà a svolgersi nel palco del noto locale sambenedettese, Geko, in via dei Tigli.

Dopo il successo della prima serata svoltasi ad Ascoli Piceno, nella splendida location del Breaklive di Massimo Piccioni, la giuria è chiamata ad ascoltare altri sette gruppi pronti a sfidarsi a suon di inediti per aggiudicarsi un posto alla finalissima del contest.

Sette le band che si alterneranno nella location della Riviera: The Hit, Tongue Typo, Out of Place Artifacts, L’Ame Noire, Flabio’s Quest, Plebos Band e Motherside.

Per tutti loro sono aperte le speranze di arrivare alla finalissima e ambire a premi molto accattivanti come la possibilità di partecipare a festival musicali nazionali, incidere dischi, realizzare videoclip. Anche questa serata, con inizio alle 22:30 ad ingresso libero, sarà presentata da Francesca Poli e Cristiana Saporosi, con il supporto creativo del grafico di Edoardo Sportelli.

La serata si aprirà con i giovanissimi The hit di Perugia, ovvero Federico Cruciani (voce e chitarra), Francesco Tiberi (batteria), Luca Santi (chitarra) e Manuel Negozio (basso).

Da Senigallia arrivano i Tongue Typo, ovvero Rosario “Ross” Camarca(batteria e voce), Manuel “Zaffo” Zaffini (chitarra e cori) e Marco “Marcosh” Pettinelli (basso e cori), che promette una esibizione potente, diretta, viscerale e persino sconveniente. I Romani Giorgio De Toma (violino), Alessandro Cendamo (pianoforte e voce), Andrea De Toma (chitarra), Riccardo De Stefano (basso) e Luca Monaldi (batteria), ovvero gli Out of Place Artifacts, influenzati dal chamber-pop canadese e statunitense, si differenziano per un maggiore respiro strumentale caratteristico di certe composizioni cinematografiche e post-rock. Da Cuneo arriva la passione, il dolore, il sacrificio: l’amore in tutte le sue forme. L’Ame Noire, gruppo composto da Maurizio Griglio, Niccolò Mazzari, Paolo Tesio e Maurizio Franco è pronto per dare vita al loro dark rock.

Da San Benedetto tornano sul palco, dopo l’esibizione della passata edizione, i Flabio’s Quest ovvero Luca Giulivi (chitarra e voce), Fabio Riedling (batteria), Manuel Offidani (basso).

Provenienti da esperienze musicali diverse, da Grottammare arrivano i Plebos Band, con una nuovissima formazione composta da Stefano Plebani(voce), Roberto Plebani (chitarra), Lorenzo Sanguigni (batteria) e Claudia Troiani (tastiere)
Vecchi amici di Sotterranea i Motherside di Fabriano, già presenti nella passata edizione, ovvero Lorenzo Martellucci (chitarra e voce), Paride Fiorani (batteria), Riccardo Teodori (basso) e Pietro Giorgetti (chitarra).

Tutte le serate saranno ad ingresso gratuito e inizieranno a partire dalle 22.

Importantissima la presenza dello studio mobile della Baia dei Porci che registrerà dal vivo i concerti in HD. Il materiale verrà elaborato presso lo studio di Nereto e riversato in un doppio cd compilation. Inoltre , la band vincitore avrà in premio la realizzazione di un video clip a cura di Lamantino Brothers. Grazie alla collaborazione con la PicenAmbiente i giovani vengono invitati a fare la raccolta differenziata dei rifiuti.

Sotterranea si svolge con il patrocinio del Comune di San Benedetto, Provincia di Ascoli, dell’AssoArtisti dell’Adriatico e il supporto di Giacomo Antonini ed Emanuele Verdecchia del Centro Giovani del Comune di San Benedetto. Per tutte le informazioni è possibile visitare la pagina web ufficiale della manifestazione www.sotterranea.com, nella quale sarà possibile anche trovare info sul cd compilation della XX edizione, che è ora scaricabile, con all’interno i gruppi finalisti di Sotterranea 2012. Ulteriori news sono disponibili su twitter e nella pagina di Facebook Sotterranea Rock.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 220 volte, 1 oggi)