SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La delibera modificata del distributore di benzina potrà essere ratificata dalla giunta sambenedettese. A pensarla così è l’ufficio legale della Regione, interpellato nelle settimane scorse da Giovanni Gaspari per capire se gli assessori avessero o meno il titolo per interpretare la volontà del Consiglio Comunale.

“Un parere autorevolissimo”, ha commentato il sindaco, che girerà immediatamente la comunicazione, firmata dal dottor Paolo Londrillo, a tutti i componenti dell’emiciclo.

La correzione del documento riguarda la dicitura “low cost”: andrà a sostituire quella “no logo”. Per le norme sulla libera concorrenza infatti, non possono essere fissati tali paletti, in quanto il basso costo del carburante non comporta l’automatica esclusione delle grandi ditte dalla gara.

Il progetto di Viale dello Sport ha assunto in questi mesi un imponente valore politico, in quanto ha contribuito in maniera decisiva alla frattura interna al Partito Democratico tra il primo cittadino e i consiglieri Sergio Pezzuoli e Loredana Emili. L’ex assessore, all’indomani del civico consesso del 26 novembre 2012 che diede il via alla telenovela, si dimise da capogruppo, attivando un costante duello con il resto della maggioranza.

Sulla delibera pesano tuttora due ricorsi al Tar, presentati dalla Erg e dall’Eni. Nel caso di quest’ultima, il giudice ha respinto la richiesta di sospensiva, considerando comunque l’argomento meritevole di approfondimenti e rinviando la discussione al 12 dicembre 2013.

La patata bollente passa dunque alla giunta. Diversi componenti però non accettano di buon grado l’idea di rimettere mano ad un atto votato dal Consiglio Comunale. Chissà se le osservazioni di Palazzo Raffaello riusciranno ad indorare la pillola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 442 volte, 1 oggi)