SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si esprimono su Facebook ma anche con una lettera inviata alla Questura di Civitanova i tifosi della Samb, in vista della partita finale del campionato che dovrebbe essere giocata al Tubaldi di Recanati, impianto che ha una capienza limitatissima del settore ospiti, circa 3-400 posti. Quando, se questa limitazione non ci fosse, è ipotizzabile la presenza di qualche migliaio di tifosi al seguito per una festa di sport e tifo che andrebbe presa in considerazione.

Di seguito la lettera inviata da un gruppo di tifosi al Questore di Macerata.

Egregio Questore di Macerata Dottor Roberto Gentile, scriviamo questa missiva in relazione alla partita di domenica prossima Recanatese-Sambenedettese. Le facciamo presente che, in ottica riforma dei campionati di Lega Pro, una vittoria della Samb significherebbe la fine dei nostri Tormenti, culminati nella nefasta trasferta di Lecco di 4 anni fa con la conseguente radiazione dai campionati professionistici della Samb. Proprio per questo il popolo rossoblu scalpita ed è pronto ad accompagnare, a migliaia, la propria squadra nel cuore in questa ultima, decisiva e si spera gioiosa, trasferta.

Uomini e donne di tutte le età ed estrazione sociale, ma accomunate da un’unica passione per i colori rossoblu. Tutti si lamentano degli stadi vuoti ed è comune sentire il riportare quel clima di festa che si respirava tempo fa sui gradoni di uno stadio; oltretutto in questo periodo di depressione economico e sociale, una diversivo felice è necessario alla massa. Per tutti questi motivi le chiediamo di poter partecipare tutti, nessuno escluso, a questa festa (con tutti gli scongiuri del caso), e di scegliere un impianto sportivo capace di ospitare tale evento. Ci permettiamo di suggerirle il polisportivo di Civitanova, vista l’amicizia tra le due città e visto che per domenica è disponibile.
Distinti saluti
Firmato
Tifosi della Samb

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.017 volte, 1 oggi)