SAN BENEDETTO DEL TRONTO – ​Barbetta 8: ​i suoi interventi si rivelano fondamentali ai fini del risultato conseguito. Sulle conclusioni calciate da Nicolai, Guglielmi e Iaboni grida un ferocissimo “NO” mandando in totale delirio la Curva;

​Camilli 6: ​bravissimo in fase di copertura quando al 17′ del primo tempo copre l’arrivo di un insidioso Nicolai. Ha però delle colpe sulla seconda rete subita in quanto si fa rubar palla dal numero 8 che, rovesciando per Guglielmi, da all’ ex rossoblu la possibilità di mettere in rete;

​Marini 8: ​indossa la toga, impugna il martelletto ed emette una sentenza che toglie il fiato. Il suo gol ha il sapore di una vittoria che vale doppio

​Quondamatteo 8: ​Se fosse un personaggio dei fumetti sarebbe, senza ombra di dubbio, Capitan America. Dopo un lungo periodo di stop torna in campo dal primo minuto sfoggiando una gran forma fisica e siglando, oltretutto, un’importantissima rete

​Djibo 6.5: copre, recupera e galoppa lungo la fascia dimostrando di aver abbandonato il timore che nelle prime gare disputate sembrava limitarlo;

​Carpani 6.5: manda più volte in apprensione la retroguardia avversaria dimostrandosi piuttosto pericoloso nelle diverse conclusioni calciate. Sublime all’85’ quando confeziona per Puglia un delizioso assist per il match point;

​Scartozzi 6: ​lotta su ogni pallone e compie, al 38′ del primo tempo, una perfetta verticalizzazione su Pazzi. In quanto all’ imprecisione delle sue conclusioni, ormai di rito, ha l’assoluto copyright

Traini 6: ​meno incisivo rispetto alle partite che lo hanno reso glorioso svolge un lavoro oscuro;

​Forgione 7: trequartista nel primo tempo e terzino  nel secondo. Recupera palla, suggerisce e sbeffeggia l’avversario realizzando delle splendide serpentine. E’ il jolly assoluto della Samb che nei momenti di urgenza si appella alle sue indiscutibili qualità. Al 118 non risponderà più dottor Bozzi bensì lui;

​Santoni 8:  particolarmente ispirato sin dai primi minuti di gara estrae dal cilindro quel tocco di genialità che gli consente di spiazzare D’Arienz

​Pazzi 6.5: è un coccodrillo sempre in agguato che attende pazientemente l’arrivo della preda da sbranare. Non segna e sciupa diverse occasioni ma quando sfodera il tallone servendo, al 61′ della ripresa, un prezioso assist a Carpani dimostra una classe assoluta. Suo il grandissimo (grandissimo) suggerimento per Santoni che sigla il pareggio del 2-2;

Arbitro Alessandro Prontera 8: ​svolge il suo compito in maniera corretta dimostrando di essere imparziale e professionale. Meriterebbe un salto di categoria

 

 

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 935 volte, 1 oggi)