GROTTAMMARE –Con l’approssimarsi della fine del campionati scatta il tempo dei bilanci in casa dell’Asd Sporting Grottammare, il presidente Nicolino Giannetti assieme ai suoi due collaboratori, Fabi Gabriele e Santori Pasqualino tirano le somme di questa prima stagione della società grottammarese.

Le due squadre, quella di calcio a 5 militante nel campionato futsal di serie D girone H e quella di calcio a 11 militante (fra le cui fila militano diverse storiche colonne dela Grottammare Calcio) nel campionato amatori FIGC girone A, hanno dato bella mostra di se raggiungendo risultati importanti nei campionati di appartenenza.”Sono felicissimo di questo gruppo sia per il calcio a 5 che di quello a 11 – attacca il presidente Giannetti – È stato incredibile trovare dei ragazzi così motivati e disponibili a far nascere un progetto che da sogno si è tramutato in realtà. Mi inorgoglisce aver creato, assieme ai miei associati una nuova realtà sportiva in Grottammare, riportando anche il futsal nel comune rivierasco”. Il presidente passa poi all’analisi del fare sport in tempi di crisi: “In un momento di grande crisi economica che penalizza fortemente le società sportive, è da considerarsi come una vittoria la possibilità di potersi riscrivere al campionato successivo, faccio notare che solo nell’anno passato nella sola provincia di Ascoli Piceno sono scomparse 10 squadre circa”.

Passando dall’oggi al futuro Giannetti continua: “Attualmente siamo una associazione che coinvolge circa 60 persone e, sicuramente, il numero aumenterà in futuro. Abbiamo fatto richiesta presso l’attuale amministrazione comunale di venirci incontro riguardo gli affitti abnormi delle strutture. Detto ciò vorrei ringraziare tutti gli associati dello Sporting, i miei collaboratori Fabi Gabriele e Santori Pasqualino i vari dirigenti che ci hanno accompagnato in giro per la provincia, il segretario Bruni, i due mister Del Zompo e Luzi, Testa Danilo e Straccia Marino, mister Pomili Giancarlo, gli sponsor e infine le molte mogli dei giocatori, che con la loro infinita pazienza ci hanno spesso accompagnato nelle partire. A nome di tutta la società vorrei spendere però una parola in piu’ per il capitano Marcozzi
Lorenzo, un uomo che grazie alla sua esperienza, serietà e spirito di sacrificio ha tenuto unito il
gruppo del calcio a 11”

Infine l’auspicio:” Visto il consenso e l’entusiasmo che accompagnano la nostra attività auspichiamo un sempre maggior coinvolgimento di persone nel progetto Sporting Grottammare, che speriamo si sviluppo sempre più creando un momento di svago e di socialità attraverso il calcio
dilettantistico”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 502 volte, 1 oggi)