SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Attesi da molto tempo, sono partiti finalmente in questi giorni i lavori per la realizzazione di un collettore ed un impianto di sollevamento in via Monte Conero, zona Ragnola.

Il progetto, redatto dagli ingegneri della Ciip S.p.A. Carlo Ianni e Claudio Bernardo Carini, è un primo stralcio di un complessivo intervento di progressiva separazione delle acque nere da quelle bianche, nella zona di via Monte Conero e consiste nella realizzazione di un nuovo sistema di collettori e di un impianto di sollevamento che convoglierà le acque al vicino torrente Ragnola.

In particolare l’appalto in corso prevede la realizzazione dell’impianto di sollevamento vero e proprio, costituito da una vasca interrata in cemento armato del volume di circa 500 metri cubi e delle relative condotte, opere che permetteranno di scolmare i reflui, con altissimo livello di diluizione, trasportati dalla linea fognaria mista esistente in via Monte Conero, nonché di raccogliere le acque provenienti dalla zona di via Mattei.

L’importo complessivo del progetto è pari a 968.000 euro + IVA. L’impresa che eseguirà i lavori è la “Swm Costruzioni 2 S.p.a.” di Ripatransone. L’ultimazione dei lavori è prevista per l’autunno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 175 volte, 1 oggi)