SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’è molta delusione negli spogliatoi della Samb dopo la gara disputata a Pesaro.

Mister Palladini, immeritatamente espulso, non rilascia interviste ma parla con uno sguardo che non nasconde il sentimento di profondo rammarico.

Ad avvicinarsi ai microfoni è il direttore generale Giulio Spadoni: “È una sconfitta amara nonostante la Samb abbia fatto meglio della Vis Pesaro. Siamo stati penalizzati da un arbitraggio a senso unico. A testimonianza di ciò il rigore, nettissimo, negato a Caselli. Il campionato – prosegue – deve essere deciso dai giocatori e non dai direttori di gara. Se ci fosse stato un arbitro onesto la partita sarebbe terminata 1-1 e avremmo guadagnato un punto. La Vis Pesaro, a parte la rete siglata da Ridolfi, non ha combinato molto e proprio per questo ribadisco che non meritavamo assolutamente di perdere. Il San Cesareo ha perso contro l’ Ancona ma è comunque una giornata che va a suo favore. L’ arbitro ha deciso la partita e forse anche il campionato. Ora è necessario calmare gli animi”.

La squadra è ammutolita: alla sconfitta, infatti, si aggiungono le espulsioni (eccessive ed immotivate) ai danni di Napolano e Ianni. Un cartellino rosso che decreta ufficialmente la fine del campionato del difensore centrale. Situazione diversa per l’ attaccante che avendo guadagnato una doppia ammonizione potrà entrare in campo nel corso dell’ ultima giornata.

È capitan Marini ad esprimersi:  Quella di oggi è stata una gara combattiva e il gol di Ridolfi è stato più un nostro errore che merito loro. Ora dobbiamo impiegare molta più rabbia e usarla domenica prossima. Ancora tutto è possibile e lo spareggio è l’ ultima arma che abbiamo”

DOMINICI: Per noi è stata una bella vittoria anche se inizalmente eravamo troppo tesi. Ben sapendo che la Samb era venuta per vincere. Abbiamo affrontato poche domeniche fa il San Cesareo ma onestamente non so quale delle due è la più forte. Il rigore per noi era netto mentre su quello reclamato dalla Samb non c’era stato fallo. L’arbitro è stato bravo a non farsi scappare di mano la partita. Forse noi avevamo giocato meglio all’andata e quella fu una sconfitta immeritata. Per questo siamo scesi in campo anche con la volontà di riscattarla.

RIDOLFI : sul mio gol, prima ho scartato due avversari, poi ho driblato anche Ianni ma Barbetta è stato bravo a respingere il mio primo tiro, poi ho ripreso il pallone ed ho realizzato senza difficoltà. La Samb ci ha fatto soffrire soprattutto nel secondo tempo a causa di un Napolano che non sbagliava uno stop. I rossoblu si giocavano il campionato e nel primo tempo hanno cercato i tre punti ma nella ripresa si sarebbero accontentati anche di un pari. Sul rigore per noi il mio compagno Paoli mi ha detto di essere stato colpito con una gomitata da Ianni che si era sbilanciato. Non so dove andrò l’anno prossimo, l’unico iteressamento è stato dello Spezia a gennaio. Bravi nella Samb Napolano e Carpani con cui sono stato compagno nella rappresentativa prima del torneo di Viareggio.

CIMMINO: cercheremo di sbollire subito questa sconfitta, sin da martedì. Ormai non dobbiamo più pensarci. Per il momento non posso dire niente: solo alla ripresa degli allenamenti valuteremogli infortunati, squalificati e morale della truppa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.240 volte, 1 oggi)