SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ben 51 multe nella nottata di sabato per divieto di sosta sul lungomare. Il sindaco Giovanni Gaspari mantiene la promessa, dopo che nei giorni scorsi aveva evocato la tolleranza zero nei confronti di quegli automobilisti che avessero osato parcheggiare negli stalli destinati ai motocicli, adiacenti alla pista ciclabile.

“Ci saranno delle sanzioni”, aveva ribadito il primo cittadino alla vigilia. “Se servirà, lavoreranno anche i carri-attrezzi. Non esistono controlli severi o flessibili: o ci sono o non ci sono. Se un rappresentante delle forze dell’ordine nota un’infrazione, non può non tenerne conto”.

Una brutta sorpresa per il popolo della notte, che nel day-after mostra tutto il proprio malcontento. Sandro Assenti, titolare dei Bagni Andrea parla addirittura di massacro: Si è creato un effetto domino, con le macchine che seguiva l’esempio delle altre. Apporrei una segnaletica, almeno nel primo tratto di Viale Trieste, per informare la gente, così è il caos assoluto”.

Si registrano inoltre le 8 contravvenzioni per il consumo di alcol all’aperto in Via Mentana e strade limitrofe, a partire dalla mezzanotte. Contemporaneamente, sono state emesse 10 multe per divieto di sosta.

Immancabili gli schiamazzi e i casi di movida selvaggia, anche se moderati dalla presenza delle forze dell’ordine, tornate a monitorare la zona. I residenti di Via Volturno, parallela di Via Mentana, hanno sottolineato i soliti fenomeni d’inciviltà, che però non si sarebbero protratti oltre le 2 e mezzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.631 volte, 1 oggi)