PESARO – La 32a Giornata (15a di ritorno) di Serie D Girone F è andata in archivio con 6 successi (di cui 4 esterni) e 3 pareggi (di cui 1 a reti bianche ). 27 (di cui una su rigore) le reti messe a segno in questo 32° turno.
Nel turno odierno: una tripletta quella di Ragatzu del San Nicolò ed una doppietta, quella di Melchiorri della Maceratese.
Primi verdetti: Città di Marino e San Nicolò rispettivamente penultimo ed ultimo sono matematicamente retrocessi in Eccellenza con 2 giornate d’anticipo.

RISULTATI E MARCATORI DELLA 32A GIORNATA (15A DI RITORNO) DELLA SERIE D GIRONE F DI DOMENICA 21 APRILE 2013
Amiternina-Termoli 1-1 (53’Caravaglio [T], 76’Costantino [A]. Al 71’espulso Maglione del Termoli per doppia ammonizione. Al 72’Pedalino dell’Amiternina ha sbagliato un rigore calciato sulla traversa);
Astrea-Maceratese 1-2 (79′ Melchiorri, 80′ Mollo [A], 90′ Melchiorri);
Isernia-Città di Marino 3-2 (34’Guglielmi, 51’Laghigna [C.d.M], 70’ Singleton [C.d.M.],80′ Maiorano, 83’Fazio);
Olympia Agnonese-Jesina 1-2 (39’Stefanelli, 91’Litterio [O.A.], 92’Sebastianelli);
Recanatese-Fidene 0-0 (Al 72’espulso Rachini della Recanatese, rosso diretto per gioco falloso);
Renato Curi Angolana-Celano 1-1 (49′ Dema [C], 78’D’Ancona [R.C.A.]) ;
San Cesareo-Ancona 1905 (Senza la presenza del pubblico ospite visto divieto di trasferta imposto ai tifosi dorici) 1-2 (60′ Cavallaro, 63’Emanuele Mancini [S.C.] su rigore, 94’Artiaco. Espulsi dopo il fischio finale Ruffini dell’Ancona e Tajarol del San Cesareo per reciproche scorrettezze);
San Nicolò-Civitanovese 3-4 (28’Ragatzu [S.N.], 37’Sensi, 42’Galli, 53′ Mattia Ridolfi, 79′ Ragatzu [S.N.], 85′ Biso, 93’Ragatzu [S.N.]) ;
Vis Pesaro-Samb (Senza la presenza del pubblico ospite visto divieto deciso dal Prefetto di Pesaro per motivi di ordine pubblico) 2-0 (45′ Giacomo Ridolfi, 90′ Lorenzo Paoli. Al 38′ Lorenzo Paoli della Vis ha fallito un rigore parato dall’estremo rossoblu Barbetta. Espulsi: al 39′ espulso il tecnico della Samb Palladini per proteste ed al 91′ Napolano della Samb per doppia ammonizione e Ianni anch’esso della Samb, direttamente dalla panchina, dopo che era stato sostituito, per proteste e presunte frasi irriguardose verso il Direttore di gara)..

CLASSIFICA : San Cesareo 66, Samb 65 ,Termoli 62, Maceratese 60, Ancona 1905 56, Vis Pesaro 51, Olympia Agnonese 49, Astrea 47, Jesina 43, Fidene 39, Civitanovese 38, Renato Curi Angolana 37, Amiternina 36, Isernia 35, Celano Marsica e Recanatese 29, Città di Marino ^ 20, San Nicolò ^ 19.
^= retrocesse matematicamente e direttamente in Eccellenza.

Mancano 2 giornate al termine ma se fosse finito oggi il campionato sarebbe così:
San Cesareo promosso in 2a Divisione Lega Pro.
Semifinali Play Off in gara unica: Samb -Ancona 1905 e Termoli-Maceratese.
Play Out con gare di andata (in casa della peggio classificata) e ritorno (a campi invertiti) Recanatese-Amiternina e Celano Marsica-Isernia.
Celano (pur essendo attualmente 15° pari punti con la Recanatese e pari anche negli scontri diretti ha però una miglior differenza reti) sarebbe davanti alla Recanatese nella griglia play out.
Città di Marino e San Nicolò matematicamente e direttamente retrocesse in Eccellenza.

Ricordiamo che la gara della 21a Giornata (4a di ritorno) Ancona 1905-Vis Pesaro (finita 1-0 sul campo) non è stata ancora omologata visto il ricorso dei vissini per la irregolarità nel tesseramento di Luca Bellucci (ex Vis Pesaro con cui la scorsa stagione sempre in Serie D Girone F realizzò 14 reti e nella stagione 2010/11 in Eccellenza Marche 10) acquistato dai dorici nel mercato di dicembre e dunque già al loro servizio da alcune gare (esattamente 3 ed in una di queste, alla 18a giornata nella gara interna vinta 4-1 con la Maceratese era andato anche a segno) .
Dopo una lunga attesa durata mesi la Commissione Tesseramenti della Figc si è pronunciata su questo caso dichiarando nullo il tesseramento dell’attaccante da parte dell’Ancona, depositato in data 31 dicembre.
Il regolamento infatti dice che un giocatore trasferitosi nei Professionisti (Bellucci era passato in 2a divisione al Teramo con cui ha segnato 2 reti in 11 presenze) non può nel corso della stessa stagione in corso tornare a giocare nei Dilettanti.
Dunque l’Ancona (al quale per ora abbiamo attribuito i 3 punti della gara interna con la Vis) quasi sicuramente subirà lo 0-3 a tavolino ma potrebbe avere anche alcuni punti di penalizzazione che dovrebbero essere 3, ossia uno per ogni gara in cui ha schierato Bellucci.
Se così fosse potrebbe compromettere la sua corsa ai Play Off. La squadra di Favo infatti passerebbe dagli attuali 56 punti a 50 e dunque 4 punti sotto la Vis (che con i 3 punti a tavolino passerebbe da 51 a 54)

Sembra davvero singolare come nessuna squadra prima della Vis (che a quanto pare conosceva perfettamente la situazione del giocatore) e ne la Lega si siano accorti subito di questo cavillo e soprattutto che una società importante come l’Ancona possa aver commesso un simile errore dimenticando o ignorando un passaggio del regolamento dei Dilettanti.

PROSSIMO TURNO, 33a Giornata (16a di Ritorno) di Domenica 28 aprile 2013 ore 15:
Ancona 1905-Olympia Agnonese (All’andata 2-2) ; Celano Marsica-Astrea (0-0); Città di Marino-San Nicolò (3-0) ; Civitanovese-San Cesareo (1-2) ; Fidene-Amiternina (1-0) ; Maceratese-Jesina (3-0) ; Samb-Isernia (5-0) ; Termoli-Renato Curi Angolana (1-2) ; Vis Pesaro-Recanatese (1-2).

All’andata al Comunale Mario Lancellotta di Isernia è finita 0-5 (6′Shiba, 33′Aquino, 43′Davide Traini, 47′ed 81′Pazzi) per la Samb. La scorsa stagione al Riviera invece finì 0-0 nella Regolar Season e 2-1 (57′Napolano, 62′autorete di Carteri [I], 73′ Di Vicino) per i rossoblu nella semifinale Play Off del Girone F .

CLASSIFICA CANNONIERI:
In testa alla classifica marcatori c’è Andrea Sivilla dell’Olympia Agnonese con 21 gol (2 rigori trasformati).
Alle sue spalle troviamo Melchiorri della Maceratese con 20 gol.
Completa attuale podio Simone Miani del Termoli con 19 centri.
Dietro di lui ci sono Di Iorio dell’Astrea e Tajarol del San Cesareo con 17 reti a testa .
Alle loro spalle vi sono Bartolini del Termoli ed Artiaco (9 con la maglia dell’Isernia e 7 con quella dell’Ancona 1905) con 16 gol ciascuno.
Poi c ‘è Napolano (2 rigori trasformati ) della Samb con 15 centri .
Segue Stefanelli della Jesina con 14 reti.
A seguire Pazzi (3 rigori trasformati) e Shiba della Samb con 13 gol ciascuno.
Dietro di loro troviamo Pedalino dell’Amiternina e Siclari del San Cesareo con 12 centri a testa.
Quindi troviamo Cremona della Vis Pesaro e Keita dell’Olympia Agnonese con 11 reti a testa .
Seguono Galli della Civitanovese e Lazzarini del Celano Marsica con 10 centri ciascuno.
Poi troviamo Delgado del San Cesareo ed Orta della Maceratese con 9 reti ciascuno .
A seguire D’Angelo del Termoli con 8 gol .
A seguire Biso della Civitanovese, Borrelli e Ruffini dell’Ancona 1905, Carboni della Maceratese, Ferraresi della Renato Curi Angolana, Tommaso Gabrielloni della Jesina, Giuntoli, Mollo e Simonetta dell’Astrea, Iacoponi della Recanatese e Raso del Fidene con 7 centri ciascuno.

Seguono poi Cavallaro dell’Ancona 1905, De Matteis , Pagliuca e Vespa della Renato Curi Angolana, Dema del Celano Marsica, Leonetti e Ricamato dell’Olympia Agnonese, l’argentino Molinari (poi passato al Taranto) dell’Amiternina, Ragatzu del San Nicolò, Davide Traini della Samb, Vicini della Vis Pesaro e Covelli (3 con la maglia del Fidene e 3 con quella della Civitanovese) con 6 reti a testa .

Poi vi sono Bugaro, Di Carlo e Lorenzo Paoli della Vis Pesaro, Carpani della Samb, Casimirri e Pirro (poi passato alla Fermana in Eccellenza Marche) del Città di Marino, Del Vecchio ed Emanuele Mancini del San Cesareo, Alessandro Gabrielloni della Jesina, Franco Gigli della Recanatese, Iaboni e Panico (poi passato al Turris Santa Croce) dell’Isernia, Piergallini della Maceratese, Pizzutelli dell’Olympia Agnonese, Selva e Giovanni Sorrentino del Fidene, Costantino (3 con la maglia del San Nicolò e 2 con quella dell’Amiternina) e Gabrieli (2 con la maglia della Jesina e 3 con quella del San Nicolò) con 5 gol ciascuno.

Poi troviamo Ambrosini (poi svincolato e passato al Teramo in 2a Divisione Lega Pro) dell’Ancona 1905, Capparella (poi svincolato), Padovani e Paris del San Nicolò, Di Mercurio del Termoli, Forgione della Samb, La Vista della Civitanovese, Negro della Maceratese, Prevete del Fidene, Federico Rossini della Vis Pesaro e Sebastianelli della Jesina con 4 reti a testa.

Alle loro spalle abbiamo Bellini e Ramacci dell’Astrea, Bocchino dell’Amiternina, Cavaliere e Palmieri della Recanatese, Olcese dell’Ancona 1905, Cianni e Stefano Mandorino del Termoli, Crescenzo, Hrustic e Mucciarelli del San Cesareo, D’Aniello della Jesina, De Marco ed Emiliano Dominici del Fidene, Guglielmi e Fazio dell’Isernia, Laghigna del Città di Marino, Romanski della Maceratese, Mattia Santoni della Samb e Valdes del Celano Marsica con 3 gol ciascuno
.
Dietro di loro ci sono Alvino, Eramo, Labriola, Martino, Sparvoli e Michael Traini dell’Ancona 1905, Antonelli del Celano Marsica, Bassini, Fusaroli del Fidene, Berardi, Gizzi e Varchetta dell’Amiternina, Cadaleta, Di Lollo, Stefano Mancini e Pifano dell’Olympia Agnonese, Capuozzo, Luigi Palumbo (poi passato all’Ancona 1905) e Vinciguerra dell’Isernia, Caravaglio, Falco e Viteritti del Termoli, Nicola Cardinali e Leonardo Rossini della Jesina, Ciaramelletti, Giovanni Esposito, Mirante, Pignalosa, Quadrini e Singleton del Città di Marino, Coccia, De Santis e Troccoli del San Nicolò, D’Ancona e Musilli della Renato Curi Angolana, Di Marino ed Alessandro Rossi della Recanatese, Djibo e Ianni della Samb, Ekani, Nardone e Mattia Ridolfi della Civitanovese, Fazi e La Rosa del San Cesareo, Mania dell’Astrea e Paganelli ed Alberto Torelli della Vis Pesaro con 2 centri a testa.

Seguono Aquino, Camilli, Carminucci, Marini e Puglia della Samb, Arcolai, Eliczietta, Lattanzi e Russo della Maceratese, Luca Bellucci, Bricca, Gramacci e Lispi dell’Ancona 1905, Bianchi, Coppola, De Giambattista, Fusaro (poi passato al Termoli), Galuppi, Lunardo, Maiorano, Mingione e Nicolai dell’Isernia, Briotti, Navarra, Pentassuglia e Lorenzo Sorrentino dell’Astrea, Cancelli, Ferrante, Forlano, Iommarini e Ligocki della Renato Curi Angolana, Carnevali, Frulla, Marotta, Sartori, Strappini e Tafani della Jesina, Chicco (poi passato al San Nicolò), Pirelli e Scippa del Fidene, Colombo, Congiu, Valerio Esposito, Gigliotti (poi passato al Gimigliano) , Christian Scarlato e Simboli del Città di Marino, De Paolis, Sabatino e Vona del San Cesareo, Di Lullo, Felici, Maglione, Raffaele Moretti, Panariello e Spagna del Termoli, Fuschi , Granaiola, Luzi, Salvati, Terlino e Graziano Villa del Celano Marsica, Garcia, Latini, Andrea Miani (poi svincolato), Pagliardini (poi svincolato e tornato ad Urbania) e Patrizi della Recanatese e Guerriero del San Nicolò, Dawid Lenart, Lukasz Lenart, Moauro, Perfetti, Petrone e Rotariu dell’Amiternina, Nicola Moretti, Ravasi e Sensi della Civitanovese, Orlando, Litterio e Scampamorte (poi passato alla Renato Curi Angolana) dell’Olympia Agnonese e Giacomo Ridolfi e Giorgio Torelli della Vis Pesaro, tutti con un gol ciascuno.
Autoreti: Berardi (Amiternina) pro Jesina, Bonanno (Termoli) pro Fidene, Del Grosso (Ancona 1905) pro Termoli , De Sanctis (Celano Marsica) pro Isernia, Di Berardino (Olympia Agnonese) pro Termoli, Di Fiordo (Astrea) pro Samb, Di Marino (Recanatese) pro Termoli, Giovanni Esposito (Città di Marino) pro Ancona 1905, Frulla (Jesina) pro Maceratese ; Gialloreto (San Nicolò) pro Ancona 1905, Kalambay (Città di Marino) pro San Cesareo, Mania (Astrea) pro Samb, Rachini (Recanatese) pro Olympia Agnonese, Raso (Fidene) pro San Nicolò e Scartozzi (Samb) pro San Cesareo

STATISTICHE NEL DETTAGLIO SERIE D GIRONE F DOPO LA 32A GIORNATA :
POSITIVE:
Non ci sono più squadre imbattute ne in senso assoluto, ne in casa e ne in trasferta .
Più lunga e dunque migliore striscia positiva stagionale: Ancona 1905 (4 successi e 6 pareggi, dalla 1a Giornata alla 10a), Maceratese (5 successi e 5 pareggi, dalla 21a alla 30a), San Cesareo (7 successi e 3 pareggi, dalla 3a alla 12a) e Termoli (in corso) con 10 risultati utili consecutivi a testa.
Migliore serie positiva in corso: Termoli con 10 risultati utili consecutivi (7 successi e 3 pareggi) .
Più lunga e dunque migliore serie di vittorie consecutive stagionale: Samb (dalla 14a Giornata alla 19a) e San Cesareo (dalla 5a giornata alla 10a) con 6 successi consecutivi a testa.
Maggior numero di vittorie consecutive in corso: Ancona 1905 con 3 successi consecutivi.
Non subisce gol da più partite: Fidene (180 minuti effettivi) da 2 gare consecutive.
Miglior attacco: Samb con 70 reti (di cui 5 su rigore, 43 in casa e 27 in trasferta) segnate con 14 diversi elementi: Aquino (1), Camilli (1), Carminucci (1), Carpani (5), Djibo (2), Forgione (4), Ianni (2), Marini (1), Napolano (15, di cui 2 su rigore), Pazzi (13, di cui 3 su rigore) , Puglia (1), Mattia Santoni (3), Shiba (13) e Davide Traini (6). Ai 14 diversi marcatori rossoblu vanno aggiunte le autoreti di Di Fiordo (Astrea) e Mania (Astrea).
Miglior difesa: Vis Pesaro con 23 reti subite.
Migliore differenza reti : Samb con un +38 (70-32).
Maggior numero di vittorie: San Cesareo con 20 successi.
Minor numero di sconfitte: Samb con 5 ko (0-1 interno con l’Amiternina alla 2a Giornata, 2-1 a Termoli all’11a, 2-0 a Città Sant’Angelo alla 21a o 4a di ritorno che dir si voglia, 3-2 sul campo dell’Astrea alla 23a o 6a di ritorno che dir si voglia e 2-0 a Pesaro alla 32a o 15a di ritorno che dir si voglia) .
Maggior numero di pareggi: Celano Marsica con 14 pari .
Maggior numero di punti in casa: Samb con 37, frutto di 11 successi , 4 pareggi ed un ko.
Maggior numero di punti in trasferta : San Cesareo con 31, frutto di 9 successi, 4 pareggi e 3 ko .
La squadra finora a segno col maggior numero di giocatori è l’Isernia con 17 diversi elementi: Artiaco (9, poi passato all’Ancona 1905),Bianchi (1), Capuozzo (2), Coppola (1), De Giambattista (1), Fazio (3), Fusaro (1, poi passato al Termoli), Galuppi (1), Guglielmi (3), Iaboni (5), Lunardo (1), Maiorano (1), Mingione (1) , Nicolai (1), Luigi Palumbo (2, poi passato all’Ancona 1905), Panico (5, poi passato al Turris Santa Croce) e Vinciguerra (2). Ai 17 diversi marcatori bianco-celesti va aggiunta l’autorete di De Sanctis (Celano).
Minor numero di Espulsioni: Olympia Agnonese con 3 soli cartellini rossi rimediati.
Minor numero di Ammonizioni: Olympia Agnonese con 57 cartellini gialli rimediati.
Migliore media inglese: San Cesareo con +2.

NEGATIVE:
Più lunga e dunque peggiore striscia negativa stagionale è stata del Città di Marino con 9 ko consecutivi (dalla 18a Giornata alla 26a).
Peggior serie negativa in corso: Città di Marino con 3 ko consecutivi.
Non segna da più partite: Recanatese (252 minuti complessivi) da 2 gare consecutive.
Maggior numero di sconfitte : Città di Marino con 22 ko .
Minor numero di vittorie: San Nicolò con 4 soli successi .
Minor numero di pareggi: Città di Marino con 5 pari .
Peggior difesa:Città di Marino con 73 reti incassate.
Peggior attacco: Celano Marsica e Recanatese con 27 reti a testa realizzate.
Peggior differenza reti: Città di Marino con un -42 (31-73) .
Minor numero di punti tra le mura amiche : San Nicolò a quota 10, frutto di 2 successi, 4 pareggi e 10 ko.
Minor numero di punti esterni: Città di Marino a quota 8, frutto di 2 successi, 2 pari e 12 ko.
Maggior numero di espulsioni (di giocatori): Città di Marino con 16 cartellini rossi rimediati.
Maggior numero di ammonizioni:Civitanovese con 117 cartellini gialli rimediati.
Peggior media inglese: San Nicolò con un -45.

SCONTRI DIRETTI ALTA CLASSIFICA: Nella speciale classifica degli scontri diretti tra le attuali prime 5 squadre (San Cesareo, Samb,Termoli, Maceratese ed Ancona 1905 ) del torneo è in testa l’Ancona 1905 con 17 punti frutto di 5 successi (0-2 a Macerata alla 1a giornata, 4-3 interno col Termoli alla 5a, 4-1 interno con la Maceratese alla 18a o prima di ritorno che dir si voglia, 1-3 a Termoli alla 22a o 5a di ritorno che dir si voglia ed 1-2 sul campo del San Cesareo alla 32a o 15a di ritorno che dir si voglia), 2 pareggi (entrambi con la Samb: 2-2 esterno sul campo neutro di Gualdo Tadino e a porte chiuse alla 10a giornata ed 1-1 interno alla 27a o 10a di ritorno che dir si voglia) ed un ko (2-4 interno col San Cesareo alla 15a giornata).
Segue il Termoli con 12 punti frutto di 3 successi (3-0 interno col San Cesareo alla 2a giornata, 2-1 sempre interno alla Samb all’11a e 0-5 sul campo del San Cesareo alla 19a o 2a di ritorno che dir si voglia) , 3 pareggi (tutti per 1-1, 2 volte con la Maceratese: interno alla 6a giornata e a Macerata alla 23a o 6a di ritorno che dir si voglia ed una con la Samb in trasferta alla 28a o 11a di ritorno che dir si voglia) e 2 ko (entrambi con l’Ancona: 4-3 a Del Conero alla 5a giornata d’andata ed 1-3 interno alla 22a o 5a di ritorno che dir si voglia).
Poi ci sono Maceratese e Samb con 9 punti a testa.
Per i biancorossi di Di Fabio 2 successi (entrambi col San Cesareo: 2-1 interno alla 13a giornata ed 1-3 esterno alla 30a o 13a di ritorno che dir si voglia) , 3 pareggi (1-1 a Termoli alla 6a giornata , di nuovo 1-1 e col Termoli ma stavolta in casa alla 23a o 6a di ritorno che dir si voglia e 2-2 a San Benedetto del Tronto alla 24a o 7a di ritorno che dir si voglia) e 3 ko (0-2 interno con l’Ancona alla 1a giornata, 0-3 sempre interno con la Samb alla 7a e 4-1 ad Ancona alla 18a o prima di ritorno che dir si voglia).
Per i rossoblu di Palladini invece un successo (0-3 a Macerata alla 7a giornata), 6 pareggi (1-1 sul campo del San Cesareo alla 3a giornata, 2-2 “interno” con l’Ancona sul neutro di Gualdo Tadino e a porte chiuse alla 10a, 3-3 sempre interno col San Cesareo alla 20a o 3a di ritorno che dir si voglia, 2-2 ancora interno con la Maceratese alla 24a o 7a di ritorno che dir si voglia, 1-1 ad Ancona alla 27a o 10a di ritorno che dir si voglia ed ancora un 1-1 stavolta interno col Termoli alla 28a o 11a di ritorno che dir si voglia) ed un ko (2-1 a Termoli all’11a giornata).
Chiude questa particolare classifica il San Cesareo con soli 5 punti frutto di un successo (2-4 ad Ancona alla 15a giornata), 2 pareggi (1-1 interno con la Samb alla 3a giornata e 3-3 sul campo della stessa Samb alla 20a o 3a di ritorno che dir si voglia) e 5 ko (3-0 a Termoli alla 2a giornata, 2-1 a Macerata alla 13a, 0-5 interno col Termoli alla 19a o 2a di ritorno che dir si voglia, 1-3 interno con la Maceratese alla 30a o 13a di ritorno che dir si voglia ed 1-2 sempre interno con l’ancona alla 32a o 15a di ritorno che dir si voglia) .

STATISTICHE SAMB:
Vittorie:19 (Con San Nicolò, Renato Curi Angolana, Astrea, Maceratese, Jesina, Celano Marsica, Civitanovese, Città di Marino, Vis Pesaro, Isernia, Recanatese, di nuovo col San Nicolò , poi con Amiternina ed Olympia Agnonese e di nuovo con Jesina, Celano e Civitanovese, poi con Fidene e di nuovo col città di Marino).
Pareggi: 8 (con San Cesareo, Olympia Agnonese, Ancona 1905, Fidene, di nuovo col San Cesareo, poi con la Maceratese, di nuovo con l’Ancona 1905, poi col Termoli)
Sconfitte:5 (con Amiternina, Termoli, Renato Curi Angolana, Astrea e Vis Pesaro)
Gol fatti: 70 (43 in casa e 27 in trasferta) con 14 diversi marcatori : Aquino (1), Camilli (1), Carminucci (1), Carpani (5), Djibo (2), Forgione (4), Ianni (2), Marini (1), Napolano (15, di cui 2 su rigore), Pazzi (13, di cui 3 su rigore) , Puglia (1), Mattia Santoni (3), Shiba (13) e Davide Traini (6). Ai 14 diversi marcatori rossoblu vanno aggiunte le autoreti di Di Fiordo (Astrea) e Mania (Astrea).
Gol subiti: 32 (16 in casa e 16 in trasferta).
Differenza reti: +38 (70-32).
Capocannoniere: Giordano Napolano con 15 reti (2 rigori trasformati) .
Punti interni: 37 (su 16 gare casalinghe): 11 successi , 4 pareggi ed un ko
Punti esterni: 28 (su 16 gare in trasferta): 8 successi, 4 pareggi e 4 ko.
Espulsioni (di giocatori): 8 (Carminucci, Forgione, Guglielmi [poi svincolato e passato all’Isernia], Ianni [direttamente dalla panchina], Napolano [2], Pazzi e Puglia).
Ammonizioni:85.
Media inglese: +1.

Statistiche ISERNIA (prossimo avversario della Samb) :
Vittorie: 8 (Con Renato Curi Angolana, Olympia Agnonese, Astrea, Jesina, Celano Marsica, San Nicolò, Amiternina e Città di Marino)
Pareggi: 11 (Con Recanatese, San Nicolò, Amiternina, di nuovo con Recanatese, poi con San Cesareo, Renato Curi Angolana, Olympia Agnonese, Astrea, Maceratese, Celano ed Ancona 1905)
Sconfitte: 13 (Con Vis Pesaro, San Cesareo, Maceratese, Ancona 1905, Termoli, Civitanovese, Città di Marino, Samb, Fidene, di nuovo con Vis Pesaro, poi con Jesina, di nuovo con Termoli e Civitanovese)
Gol fatti: 41 (22 in casa e 19 fuori) con 17 diversi elementi: Artiaco (9, poi passato all’Ancona 1905),Bianchi (1), Capuozzo (2), Coppola (1), De Giambattista (1), Fazio (3), Fusaro (1, poi passato al Termoli), Galuppi (1), Guglielmi (3), Iaboni (5), Lunardo (1), Maiorano (1), Mingione (1) , Nicolai (1), Luigi Palumbo (2, poi passato all’Ancona 1905), Panico (5, poi passato al Turris Santa Croce) e Vinciguerra (2). Ai 17 diversi marcatori bianco-celesti va aggiunta l’autorete di De Sanctis (Celano).
Gol subiti: 60 (26 in casa e 34 fuori)
Differenza reti: -19 (41-60).
Capocannoniere: Luigi Artiaco con 9 gol . L’attaccante è però poi passato a dicembre all’Ancona 1905. Il miglior realizzatore tuttora in rosa invece è Armando Iaboni con 5 reti (5 come i gol che aveva realizzato Panico prima di trasferirsi anch’egli altrove).
Punti interni: 21 (su 16 gare casalinghe): 5 successi, 6 pareggi e 5 ko .
Punti esterni: 14 (su 16 gare in trasferta): 3 successi, 5 pareggi e 8 ko.
Espulsioni (di giocatori): 8
Ammonizioni: 87 .
Media inglese: -29.
L’ Isernia è una squadra dell’omonima provincia molisana. La scorsa stagione sempre in Serie D Girone F giunse 5a con 60 punti, disputando semifinale play off in gara unica persa proprio sul campo della Samb per 2-1 (57′Napolano, 62′autorete di Carteri [I], 73′ Di Vicino) . La formazione di Francesco Farina (che si era dimesso dopo la 14a giornata per motivi di salute venendo sostituito alla 15a dal vice Massimo Scagliarini per poi tornare a sedere sulla panchina molisana alla 19a) è attualmente 14a con 35 punti. Finora ha avuto un andamento negativo e discontinuo dando poche volte l’impressione di potersi allontanare concretamente dalla zona play out.
In generale la compagine bianco-celeste ha raccolto finora 8 successi (4-1 interno con la Renato Curi alla 6a Giornata, 1-2 nel derby di Agnone alla 7a, 2-1 interno con l’Astrea all’8a, 4-1 di nuovo in casa con la Jesina alla 10a, 2-3 a Celano all’11a, 2-1 interno col San Nicolò alla 20a o 3a, 1-3 sul campo dell’Amiternina alla 21a o 4a di ritorno che dir si voglia e 3-2 interno col Città di Marino alla 32a o 15a di ritorno che dir si voglia), 11 pareggi (3-3 a Recanati alla 2a Giornata, 0-0 sul campo del San Nicolò alla 3a, 1-1 interno con l’Amiternina alla 4a, 0-0 interno con la Recanatese alla 19a o 2a di ritorno che dir si voglia, altro 0-0 interno stavolta col San Cesareo alla 22a o 5a di ritorno che dir si voglia, 1-1 a Città Sant’Angelo alla 23a o 6a di ritorno che dir si voglia, 2-2 interno con l’Agnonese alla 24a o 7a di ritorno che dir si voglia, altro 1-1 esterno stavolta sul campo dell’Astrea alla 25a o 8a di ritorno che dir si voglia, 0-0 interno con la Maceratese alla 26a o 9a di ritorno che dir si voglia, 1-1 interno col Celano alla 28a o 11a di ritorno che dir si voglia ed altro 1-1 stavolta ad Ancona alla 29a o 12a di ritorno che dir si voglia) e 13 ko (0-3 interno con la Vis Pesaro alla 1a Giornata, 2-0 sul campo del San Cesareo alla 5a, 2-1 a Macerata alla 9a , 1-2 interno con l’Ancona alla 12a, 3-0 nel derby di Termoli alla 13a, 2-3 interno con la Civitanovese alla 14a, 2-1 a Marino alla 15a, 0-5 interno con la Samb alla 16a, 3-0 sul campo del Fidene alla 17a, 5-0 a Pesaro alla 18a o 1a di ritorno che dir si voglia, 4-2 a Jesi alla 27a o 10a di ritorno che dir si voglia, 0-3 interno col Termoli alla 30a o 13a di ritorno che dir si voglia e 3-1 a Civitanova alla 31a o 14a di ritorno che dir si voglia).
Nell’attuale Coppa Italia di Serie D i molisani dopo aver superato il 1° turno passando tra le mura amiche 4-3 ai rigori (1-1 dopo i 90′ regolamentari) con l’Hyria Nola , i 32esimi di finale battendo sempre in casa, per 2-0 i cugini dell’Olympia Agnonese, i sedicesimi espugnando per 2-3 il campo del Fidene e gli ottavi battendo per 1-0 tra le mura amiche proprio la Samb, ai quarti sono stati eliminati dall’Arezzo perdendo in Toscana ma solo ai rigori 7-6 dopo il 2-2 in rimonta (da 2-0) dei 90′ regolamentari.

Statistiche SAN CESAREO (Principale antagonista Samb) :
Vittorie: 20 (Con Città di Marino, Isernia, Recanatese, San Nicolò, Amiternina,Vis Pesaro, Renato Curi Angolana , Astrea, Jesina, Ancona 1905, Civitanovese, Celano Marsica, di nuovo con Città di Marino, Recanatese, San Nicolò, Amiternina e Renato Curi Angolana, poi con Olympia Agnonese e di nuovo con Astrea e Jesina)
Pareggi: 6 (Con Samb, Fidene, Olympia Agnonese, di nuovo con Samb e Fidene e poi con Isernia)
Sconfitte: 6 (Con Termoli , Maceratese, di nuovo col Termoli, poi con Vis Pesaro, di nuovo con la Maceratese e poi con l’Ancona 1905).
Gol fatti: 66 (31 in casa e 35 fuori) con 13 diversi elementi: Crescenzo (3), De Paolis (1) , Delgado (9), Del Vecchio (5), Fazi (2), Hrustic (3), La Rosa (2), Emanuele Mancini (5), Mucciarelli (3), Sabatino (1), Siclari (12), Tajarol (17) e Vona (1). Ai 13 diversi marcatori rossoblu vanno aggiunte le autoreti di Kalambay (Città di Marino) e Scartozzi (Samb).
Gol subiti: 41 (19 in casa e 22 fuori).
Differenza reti: +25 (66-41).
Capocannoniere: Stefano Tajarol con 17 reti all’attivo.
Punti interni: 35 (su 16 gare casalinghe): 11 successi, 2 pareggi e 3 ko.
Punti esterni: 31 (su 16 gare in trasferta): 9 successi, 4 pareggi e 3 ko.
Espulsioni (di giocatori): 4
Ammonizioni: 76 .
Media inglese:+2.
Il San Cesareo è una squadra dell’omonimo paese in provincia di Roma neopromossa in Serie D avendo la scorsa stagione vinto il Campionato d’Eccellenza Lazio Girone B. La formazione di Fabrizio Ferazzoli (fratello di Giuseppe tecnico dell’Astrea ed ex centrocampista di Como, Taranto, Piacenza [con cui giocò anche in Serie A], Avellino, Pescara ecc. I due fratelli possiedono assieme un bar nel quartiere Talenti di Roma) è attualmente 1a in classifica con 66 punti: +1 sulla Samb (65). Finora la compagine romana ha avuto un buon andamento a parte il pesante ko interno di 14 domeniche fa col Termoli, con 6 battute d’arresto , 6 pareggi e vincendo 20 partite su 32. In generale la squadra rosso-blu ha raccolto finora nel dettaglio 20 successi (4-1 interno col Città di Marino alla 1a Giornata, 2-0 interno all’Isernia alla 5a, 1-3 a Recanati alla 6a, altro 2-0 interno stavolta al San Nicolò alla 7a, 0-2 sul campo dell’Amiternina all’8a, ancora un 2-0 interno stavolta alla Vis Pesaro alla 9a, 0-5 a Città Sant’Angelo alla 10a, 2-1 interno ai cugini dell’Astrea alla 12a, 4-2 sempre interno alla Jesina alla 14a, 2-4 ad Ancona alla 15a, altro 2-1 interno stavolta alla Civitanovese, altro 2-4 esterno stavolta a Celano alla 17a, 1-2 a Marino alla 18a o 1a di ritorno che dir si voglia, 2-0 interno con la Recanatese alla 23a o 6a di ritorno che dir si voglia, 2-4 sul campo del San Nicolò alla 24a o 7a di ritorno che dir si voglia, altro 2-0 interno stavolta con l’Amiternina alla 25a o 8a di ritorno che dir si voglia, di nuovo un 2-0 interno , stavolta con l’Angolana alla 27a o 10a di ritorno che dir si voglia, poi un 3-2 sempre interno con l’Agnonese alla 28a o 11a di ritorno che dir si voglia, 1-2 sul campo dei cugini dell’Astrea alla 29a o 12a di ritorno che dir si voglia e 0-2 a Jesi alla 31a o 14a di ritorno che dir si voglia) , 6 pareggi (1-1 interno con la Samb alla 3a Giornata, 2-2 sul campo del Fidene alla 4a, 1-1 ad Agnone all’11a, 3-3 a San Benedetto del Tronto alla 20a o 3a di ritorno che dir si voglia, 1-1 interno col Fidene alla 21a o 4a di ritorno che dir si voglia e 0-0 ad Isernia alla 22a o 5a di ritorno che dir si voglia) e 6 ko (3-0 a Termoli alla 2a Giornata, 2-1 a Macerata alla 13a, 0-5 interno col Termoli alla 19a o 2a di ritorno che dir si voglia, 2-0 a Pesaro alla 26a o 9a di ritorno che dir si voglia, 1-3 interno con la Maceratese alla 30a o 13a di ritorno che dir si voglia ed 1-2 sempre interno con l’Ancona alla 32a o 15a di ritorno che dir si voglia). In Coppa Italia invece ha passato il turno preliminare pareggiando 1-1 e poi vincendo 5-3 ai rigori in casa il derby romano con il Palestrina San Basilio (Serie D Girone G), il 1° turno liquidando con un 5-2 interno i viterbesi del Flaminia Civita Castellana (Serie D Girone E) i trentaduesimi di finale vincendo (3-4) ai rigori dopo l’1-1 dei tempi regolamentari sul campo del Gladiator (Serie D Girone H) ed i sedicesimi vincendo 3-0 a tavolino la gara interna con la Casertana (militante in Serie D Girone G, punita per aver schierato il centrale difensivo Astarita che doveva finir di scontare una squalifica) , gara che i romani avevano perso per 1-3 sul campo. L’eliminazione è poi arrivata agli ottavi perdendo per 3-1 sul campo del Monospolis (ex Monopoli calcio, militante in Serie D Girone H).

Queste le 9 squadre dei rispettivi Gironi di Serie D già promosse in 2a Divisione o in testa al proprio Girone a 2 giornate dalla fine:
Girone A :Bra *;
Girone B (a 20 squadre) : Pergolettese * ;
Girone C (a 20 squadre) : Delta Porto Tolle * ;
Girone D: Tuttocuoio * ;
Girone E: Castel Rigone *;
Girone F: San Cesareo * ;
Giroone G: Torres *(da non confondere con il Porto Torres facente parte dello stesso girone) ;
Girone H: Ischia Isolaverde;
Girone I: Messina * (da non confondere col Città di Messina facente parte dello stesso girone).
*= squadre in testa al proprio Girone ma non ancora matematicamente promosse
In neretto le squadre già matematicamente promosse
Le 9 vincitrici dei rispettivi gironi si giocheranno poi lo Scudetto Dilettanti

COPPA ITALIA DI SERIE D:
Risultati Semifinali d’andata (27 febbraio) e di ritorno (20 marzo) :
Virtus Castelfranco-Delta Porto Tolle 1-3 ed 1-3
Torre Neapolis (detto anche Turris)-Arezzo 4-2 ed 1-1
In neretto le squadre approdate in finale
Finale in gara unica allo Stadio Renato Curi di Perugia a data da destinarsi (e non più il 25 aprile come era stato deciso in precedenza):
Delta Porto Tolle-Torre Neapolis

COPPA ITALIA DILETTANTI:
Ricordiamo che la vincente (o la finalista perdente se la vincente ha vinto anche il campionato d’ Eccellenza) di questa manifestazione viene automaticamente promossa in Serie D.
Risultati Semifinali del 10 (andata) e 17 (ritorno) aprile:
Fermana-Pro Settimo e Eureka 2-1 (25’ Parisi [P.S.E.], 58’Pirro, 64’Attadia) e 0-0
Casalincontrada – Audace Cerignola 0-1 ed 1-3
In neretto le 2 squadre approdate alla finalissima

Finale a Rieti il 24 aprile ore 14:30:
Audace Cerignola-Fermana

INFO SERIE D GIRONE F: La Serie D Girone F 2013/14 includerà anche il Matelica (per la 1a volta nella sua storia) ed il Sulmona che sono stati matematicamente promossi nel massimo campionato Dilettanti avendo vinto con 2 giornate d’anticipo rispettivamente l’Eccellenza Marche e l’Eccellenza Abruzzo 2012/13.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.111 volte, 1 oggi)