GROTTAMMARE – Nei vari incontri e comizi dal candidato sindaco Filippo Olivieri nelle piazze grottammaresi sarebbe emerso per il capolista del Pdl Lorenzo Vesperini, la condivisione da parte dei cittadini del programma elettorale presentatogli. Questi per l’esponente del centrodestra, avrebbero sottolineando un certo malessere nella mancata progettualità tanto decantata dall’amministrazione con la condivisione partecipativa.

Riceviamo e pubblichiamo

“E’ emerso un format dalla scatola vuota che negli ultimi dieci anni ha prodotto il totale distacco tra l’amministrazione e la cittadinanza. L’esponente del Popolo della Libertà Vesperini Lorenzo evidenzia il  dissenso alla mancata trasparenza che ha portato negli anni ad un totale abbandono delle riunioni di quartiere da parte dei cittadini, perché non più basate sulle richieste dei  quartieri, bensì intente alla tutela dei  progetti scelti dalla giunta dentro palazzo Ravenna.

Sottolinea e concorda insieme al candidato sindaco Filippo Olivieri la carenza progettuale di quest’ultimo decennio nel gestire le risorse che, con una programmazione di crescita  mirata poteva dare i suoi frutti per un futuro migliore dei grottammaresi, non gravandoli ad oggi  in un tunnel privo di idee e risposte  .

Denota lo scoraggiamento dei cittadini in una situazione di grande crisi proponendo programmi ben più vicini alle reali esigenze che serviranno alle famiglie, volgendo ad una attenta analisi delle problematiche dell’occupazione con attenzione particolare ai nuclei familiari  mono reddito e non, che riversano in situazioni economiche non agevoli.

Illustra un programma elettorale volto alla centralità  dei quartieri, fino a oggi utilizzati come oggetto improprio, che nella programmazione del candidato sindaco Filippo Olivieri ,saranno organi decisionali, insieme alla giunta, nella gestione delle risorse finanziarie utili ad intervenire con richieste mirate alle reali esigenze dei residenti.

Particolare attenzione al sociale non come problematica, ma come risorsa, cercando nella disabilità un’integrazione con il mondo del lavoro e associativo, sottolineando l’importanza della partecipazione intesa come dignità e ugualianza, svolgendo tematiche utili alla salvaguardia e tutela dei diritti umani.

Sottolineo e sostengo  il valore che svolge l’attivita aggregante qual è la parrocchia: fondiamo in essa le nostre radici al fine di svolgere una crescita mirata alla tutela dei valori cristiani arricchendo la crescita dell’individuo e portando lo stesso alla salvaguardia e tutela della famiglia che è la base di una comunità .

Credo nello sviluppo di strutture sportive utili a raggruppare diverse discipline dando lo slancio alla crescita  dei ragazzi, ma sopratutto al fine di svolgere oltre che un’azione sportiva anche educativa del ragazzo/a sostenendo economicamente i vari progetti per rendere lo sport praticabile a tutti.

Infine dopo anni di crescita abitativa che non ha messo il cittadino al centro di un progetto, ma lo ha assoggettato ad esso, così da aggravare la superficie comunale di una cementificazione priva di  studio d’urbanizzazione e servizi, creando ad oggi tutti gli attuali problemi di viabilità, vivibilità e reti fognarie non curandosi che tali errori, causati negli ultimi dieci anni, provocassero disagi ingenti alla collettività svendendo il Comune solo per fare cassa, non pensando alle problematiche che si sarebbero susseguite a danno del territorio”.

Per consultare il programma elettorale :  www.filippoolivieri.it

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.259 volte, 1 oggi)