CUPRA MARITTIMA- In una stanza spoglia un uomo è disteso a terra, nell’immobilità assente del coma, la giovane moglie inginocchiata accanto a lui amorevolmente lo assiste e sempre più crudelmente gli parla: fuori le cannonate, le macerie, la polvere, i carri armati, i morti, di Kabul. La meraviglia sconvolgente di Come pietra paziente, nasce da queste immagini dolenti e miserabili, dal lungo monologo angosciato e feroce della donna che raccontando se stessa racconta tutta la sofferenza, l’umiliazione, la ribellione di milioni di donne; dal viso di emozionante bellezza dell’attrice iraniana Goldhifeth Farahani, che l’impenetrabile burka cancella, ogni volta che con gesti antichi di rabbia e sottomissione lei ci si imprigiona.

Il Cinema Margherita di Cupra Marittima da venerdì 19 a lunedì 22 aprile propone Come pietra paziente di Atiq Rahimi.

Il film è tratto dall’omonimo romanzo dello stesso regista, vincitore del Premio Goncourt e pubblicato in Italia da Einaudi.

Trama:Ai piedi delle montagne attorno a Kabul, una giovane moglie accudisce il marito, eroe di guerra, in coma. La guerra fratricida lacera la città, i combattenti sono alla loro porta. Costretta all’amore da un giovane soldato, contro ogni aspettativa la donna si apre, prende coscienza del suo corpo, libera la sua parola per confidare al marito ricordi e segreti inconfessabili. A poco a poco in un fiume liberatorio tutti i suoi pensieri diventano voce: incanta, prega, grida e infine ritrova se stessa. L’uomo privo di conoscenza al suo fianco diventa dunque, suo malgrado, la sua “syngué sabour”, la sua pietra paziente, la pietra magica che poniamo davanti a noi stessi per sussurrarle tutti i nostri segreti, le nostre sofferenze… finché non va in frantumi.(www.trovacinema.it).

Tra gli interpreti Golshifteh Farahani, Hamid Djavadan, Massi Mrowat, Hassina Burgan.

Orari: Venerdì 19 aprile ore 21.15; sabato 20 aprile, ore 21.15; domenica 21 aprile ore 16, 18.30, 21.15; lunedì 22 aprile ore 21.15

 

Ingressi: intero 6 euro; ridotto 4,50; universitario 4 euro

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 346 volte, 1 oggi)