SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Doppio intervento per la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto.

All’alba del 18 aprile, il personale era impegnato in attività di Vigilanza Pesca, finalizzata alla prevenzione e repressione di eventuali attività di pesca illecite effettuate con “attrezzi da posta”, quando ha trovato 2mila metri di rete, prive di segnalamenti, posizionate da ignoti all’interno delle scogliere frangiflutti, del litorale sambenedettese. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.

L’attività di controllo e vigilanza pesca proseguirà nei prossimi giorni con attività sia notturna che diurna.

Nella tarda mattinata, inoltre, la dipendente M/V CP2086 ha effettuato un’evacuazione medica d’urgenza a favore di un marittimo sambenedettese colto da malore che si trovava a bordo di un motopesca in attività a poche miglia dal porto di San Benedetto del Tronto.

A seguito della segnalazione pervenuta alla Sala Operativa, la dipendente motovedetta si è diretta sul punto della segnalazione con a bordo il personale del 118 procedendo al trasbordo del marittimo che, al rientro in porto, è stato trasportato con un’ambulanza presso il locale Ospedale Civile.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 756 volte, 1 oggi)