SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nessun presidio, l’ennesima emergenza. Ad essere interessata sabato scorso, come al solito, Via Mentana e le strade limitrofe, invase da giovani incivili che a partire dall’una di notte hanno dato il là ad urla e risse generate dall’abuso di alcol.

I residenti della zona non ne possono più e ripetute sono state le segnalazioni alle forze dell’ordine nell’ultimo weekend. Qualcuno di loro è sceso in strada per affrontare direttamente i disturbatori e il contatto fisico è stato evitato per un pelo.

L’episodio più sgradevole ha riguardato senza dubbio Via Volturno, dove le mura esterne di alcune abitazioni sono state imbrattate da scarabocchi di pennarello. Come contorno, ma non è un mistero, puntuali i casi di bottiglie di birre spaccate a terra e urinate all’aperto.

L’arrivo del bel tempo e l’avvicinarsi dell’estate non possono che incrementare le preoccupazioni. L’ordinanza di gennaio del sindaco Gaspari, che proibisce la consumazione fuori dai locali di bevande alcoliche pare non funzionare, specialmente quando la guardia di Polizia Municipale e Carabinieri tende ad abbassarsi.

In rete la rabbia è alle stelle. Alcuni sambenedettesi hanno dato vita su Facebook ad un gruppo dal titolo emblematico: Riprendiamoci Via Mentana. “Riprendiamoci le nostre vie, la nostra serenità i nostri diritti di cittadini, ridiamo dignità ad una zona che è la storia di San Benedetto del Tronto”, scrivono i promotori, che invitano a inviare segnalazioni e testimonianze. “La situazione è ridicola e ormai, è acclarato, noi cittadini del centro siamo cittadini di serie B, prigionieri a casa nostra di un fenomeno che nessuno vuole risolvere”.

I titolari delle strutture non accettano colpevolizzazioni e ribadiscono di aver messo in campo tutti i tentativi di risoluzione ipotizzabili. Anzi, contestano al primo cittadino di non aver mai provveduto ad ascoltare i consigli che giungevano dagli esercenti, come quelli dell’installazione di bagni chimici e del posizionamento di telecamere, quest’ultime promesse da Gaspari ad inizio anno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.376 volte, 1 oggi)