Monteprandone: Mucci, Di Matteo, Bolla, De Cugni, D’Angelo 1, Marucci 3, Di Sabatino 8, Makarevic 9, Giobbi 3, Di Pietropaolo 3, Coccia 1, Bisirri, Cani, Grilli.

All. Vultaggio.

Roma: Jasper, Zannella 1, Turritto, Tarantino, Pinto 2, F. Mariani, C. Mariani, Manfred 2, Lippolis 9, La Rosa 4, Di Gioacchino 1, Conte 6, Cardole 1, Calzeta 7.

All. Napoleone.

Arbitri: Mastromattei e Rossi.

NOTE: parziale primo tempo, 14-16. Spettatori un centinaio.

MONTEPRANDONE – L’Handball Club voleva festeggiare la salvezza davanti al suo pubblico, ma purtroppo l’ultima recita casalinga finisce con un finale amaro: la decima sconfitta stagionale.

Più forte la Virtus Roma, più forte e capace di dettare legge dall’inizio alla fine. Coach Vultaggio capisce subito l’andazzo e nella ripresa, lascia campo alle giovani leve dei celesti monteprandonesi. Le stesse giovani leve che quest’anno, hanno permesso la salvezza, mettendo sul campo quel qualcosa in più necessario per raggiungere determinati obbiettivi.Il pubblico locale approva la scelta e, nonostante la sconfitta, applaude convinto i propri beniamini

Il vicepresidente Pierpaolo Romandini a fine gara: «Meglio Roma, e si sapeva. Ma che orgoglio vedere i nostri ragazzi giocarsela nel secondo tempo».Sabato cala il sipario sul campionato, Monteprandone scende in Puglia, a Fasano, contro Serra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 244 volte, 1 oggi)