SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un mezzo passo indietro in vista dell’estate. I ticket giornalieri dei parcheggi blu del lungomare torneranno a costare 5 euro, prezzo originario fino a quando – nel 2012 – si decise di portarli a 7,5. “Ci siamo accorti che l’aumento non ha prodotto gli effetti sperati”, spiega il sindaco Gaspari, che ha al contrario dichiarato inalterata la tariffa h24, dalle 8 di mattina sino alle 8 del giorno successivo: “Andiamo incontro alle esigenze dei cittadini, degli albergatori e dei concessionari di spiaggia”.

L’altra buona notizia riguarderà il perimetro di Via Volta, che ospita ben 400 stalli gratuiti. L’amministrazione comunale è fiduciosa di poter raggiungere un accordo con il proprietario dell’area Paolini, situata dinanzi l’ex tirassegno.

Niente da fare invece sul fronte della riaccensione dei parchimetri, confermata al primo giugno: “Gli introiti, come per la tassa di soggiorno, andranno a promuovere le attività del turismo e dunque anche la riqualificazione del lungomare”. Nel frattempo, prevista tolleranza zero per chi sosterà con l’auto lungo gli stalli destinati ai motocicli. Da questo weekend partiranno i controlli intransigenti da parte della Polizia Municipale.

L’avversione alle zone blu è da sempre un cavallo di battaglia del Popolo della Libertà, aspramente preso di mira dal sindaco: “E’ dal 2007 che vanno avanti con questa storia. In mezzo ci sono state pure le elezioni e ancora continuano. Persero per manifesta inferiorità, da sette anni si accodano alle proteste per rincorrere un consenso che autonomamente non hanno”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 877 volte, 1 oggi)