SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Botta ed immediata risposta. “Se quella dell’assessore al Bilancio è una richiesta di partecipazione all’incontro di domenica sappia che è il benvenuto. Oltre al vicepresidente, assessori e consiglieri provinciali, troverà anche il presidente Celani”. Così Pasqualino Piunti reagisce alle parole di Fabio Urbinati, che chiedeva al Popolo della Libertà di comunicare nell’incontro di domenica prossima all’Auditorium la situazione finanziaria di Palazzo San Filippo.

“Tutti – continua Piunti – saranno lieti di spiegare a lui, che sembra sia l’unico a non averlo capito- come si fa a ridurre il debito di 7 milioni causato da amministrazioni dei suoi compagni, e come si fa a ridurre dell’88% le spese di rappresentanza rispetto sempre a precedenti suoi amici”.

Immancabile quindi la polemica: “Noi sappiamo bene che non è questo il motivo di tanto veleno da parte dell’assessore. Lui infatti è preoccupato perchè è chiaramente emersa la sua responsabilità riguardo l’ecomostro più impattante, quello di via D’Annunzio, da sempre suo bacino elettorale. Di questo parleremo, come parleremo del Ballarin”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 596 volte, 1 oggi)