SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non sono bastati gli interventi precedenti relativi a servizi igienici e sorveglianza notturna a risolvere la questione della stazione ferroviaria di Porto D’Ascoli: in seguito alle numerose lamentele ricevute dai fruitori del servizio il comitato di quartiere Porto D’Ascoli centro ha deciso di rivolgersi direttamente ai responsabili del servizio RFI per segnalare la situazione.

Attualmente il problema maggiore è rappresentato dallo spazio recintato all’interno della struttura al quale è impossibile accedere per poter effettuare opere di pulizia relative alle erbacce, che ormai superano il metro d’altezza, e agli escrementi di vari animali che hanno invaso la zona, rendendo necessaria una opera di disinfestazione a scopo preventivo ed igienico.
Da tenere ulteriormente in considerazione anche la riapertura della fontanella dell’acqua e una necessaria manutenzione degli infissi, basti pensare alle panchine della sala d’attesa o al portone d’ingresso.

La risoluzione di tali problematiche è resa indispensabile non solo dalle esigenze delle varie categorie di viaggiatori, come studenti e lavoratori pendolari, che utilizzano il servizio ferroviario giornalmente, ma anche per evitare di lasciare una brutta cartolina della città ai turisti, senza dimenticare l’importanza di questa stazione come punto di collegamento per le tratte di Pescara, Ancona ed Ascoli. L’auspicio del presidente Elio Core quindi è quello di porre fine quanto prima alla questione ed eventualmente di agire anche per una ristrutturazione esterna della Stazione per quanto riguarda i parcheggi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 329 volte, 1 oggi)