SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mosca, Monaco di Baviera, San Benedetto del Tronto. L‘Associazione Albergatori Riviera delle Palme fa il punto della situazione in merito alle iniziative di promozione turistica che di recente si sono svolte in Russia e in Germania – ma anche in Italia – e mette sul piatto progetti per l’estate 2013, alcuni dei quali già collaudati nelle trascorse stagioni sportive.

“Le iniziative di Mosca e di Monaco, dove abbiamo puntato sull’aspetto calcistico e sul gemellaggio dei tifosi bavaresi con la Samb, si sommano alla nostra abituale promozione sul territorio italiano – spiega il presidente dell’Assoalbergatori Gaetano Sorge – Per quanto riguarda Mosca, abbiamo già sottoscritto contratti per 5-6 alberghi con tour operator russi. Si tratta di iniziative con le quali promuoviamo una città intera, uno stile di vita sambenedettese, con alta qualità, ma anche piceno e marchigiano: e lo ripeteremo ancora, perché abbiamo notato che viene molto apprezzato. Non puntiamo su un solo target turistico: famiglie, bambini, anziani, ma anche giovani”.

Tra le iniziative in cantiere per l’estate, verrà riproposta, per il terzo anno, la Blue Card, con i servizi per i turisti, le gite in barca e le visite guidate all’entroterra, mentre, tramite Teresa Spampanato, ex assessore comunale, si sta cercando di intercettare maggiormente il settore degli anziani, attraverso la rete Anla.

Il turismo giovanile, oltre che attraverso il fenomeno della cosiddetta “movida”, avrà dalla sua la ritrovata fruizione della Beach Arena: “Già a maggio si svolgerà una tappa della Champions League del Beach Soccer, con 16 squadre da tutta Europa che resteranno per una settimana a San Benedetto – spiega Roberto Ciferni, presidente della Samb Beach Soccer – Altro appuntamento di richiamo con il calcio in spiaggia ci sarà ad inizio agosto, con il campionato italiano. Ma la Beach Arena sarà animata per tutta l’estate. Saremo seguiti dalla stampa e dalle tv nazionali”.

Gianni Brandozzi, deus ex machina de L’Antico e le Palme, sta invece cercando di realizzare a San Benedetto una manifestazione sulla “Koiné adriatica”: “Sarebbe interessante divenire il centro di questa macro-regione ionica-adriatica, dove si affacciano 8 nazioni che hanno molte tradizioni in comune. A partire dalla cartografia storica, per poi magari arrivare alla cultura e all’enogastronomia”. Da Walter Scotucci, vicepresidente nazionale di ArcheoClub, arriva lo spunto ulteriore per puntare all’arte e ad una forma di “slow tourism” per attrarre anche turisti di qualità: “Le Marche si prestano come nessun altro posto, c’è un interesse internazionale su questo”.

I coniugi Rinaldo e Roswitha Talamonti sono stati il trait d’union tra San Benedetto e Monaco: “Questa ‘promenade’ è senza pari in tutto l’Adriatico, e occorre farla conoscere – afferma la signora Talamonti – Chi la vede per la prima volta resta estasiato: e così è il vostro entroterra, che arriva fra l’altro fino alla montagna: qui è meglio della Toscana, occorre fare in modo che lo si sappia”.

Riguardo la “campagna” di Mosca, Irina Lazarevich è il punto di contatto tra l’Assoalbergatori e i tour operator russi: “In Russia le vacanze, anche per questioni burocratiche relative ai visti, si programmano con largo anticipo rispetto all’uso occidentale: per quest’anno stiamo registrando alcuni contratti ma la mia speranza è che i frutti del lavoro iniziato si possano vede con maggiore consistenza nel 2014”.

A consuntivo, l’assessore al Turismo del Comune di San Benedetto, Margherita Sorge, ha ribadito l’appoggio, da parte dell’amministrazione comunale, a questo pacchetto di iniziative: “In un periodo così difficile per l’economia nazionale non possiamo permetterci di restare fermi e dobbiamo cercare di attivare tutte quelle forze di cui siamo ricchi e farle conoscere a dovere, considerando che spesso abbiamo trascurato le giuste forme di promozione”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 799 volte, 1 oggi)