SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bye Bye ai politici all’interno delle municipalizzate. Nei ruoli di presidente e consiglieri verranno nominati i dirigenti comunali, che godono di indennità omnicomprensive. Il cambio di guardia avverrà il 30 aprile, quando ogni ente verrà chiamato ad approvare il Bilancio di Previsione e ad approvare il consiglio d’amministrazione.

Una delle società interessate a tale processo sarà la Multiservizi, di cui il Comune detiene il 99,46% delle quote. Il nuovo cda dovrà per due terzi essere formato da dipendenti, mentre il terzo si potrà scegliere liberamente.

Ci sono poi la Ciip, la Start e il Consorzio Riviera delle Palme. Quest’ultimo andrà privatizzato o sciolto entro il 31 dicembre 2013, dunque non si ritiene opportuno procedere al rinnovo del consiglio.

Il sindaco Gaspari invierà una lettera a tutti gli enti che fanno parte delle rispettive società: “Si attengano a queste modifiche e non trovino scuse in extremis. Ho chiesto a tutti i presidenti di convocare i cda e l’assemblea dei soci per la fine del mese in prima seduta”.

Solo nel caso della Multiservizi si risparmieranno 50 mila euro l’anno. Altri 5 mila saranno recuperati dalla riduzione del collegio dei revisori dei conti del Consorzio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 448 volte, 1 oggi)