SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quando il gatto non c’è, i topi ballano. Nessun controllo nel week-end di Pasqua e in Via Mentana è tornato il caos. A dire il vero, la confusione ha interessato anche le strade limitrofe, che hanno riproposto uno scenario che ormai non è più tanto inedito. Urla, schiamazzi, risse (avvenute pure alla luce del giorno), offese e addirittura specchietti di automobili rotti, vasi di negozi buttati a terra e macchine danneggiate.

Assente, come detto, il pattugliamento delle forze dell’ordine. “Era tutto concordato”, informa il Comandante della Polizia Municipale, Pietro D’Angeli. “Negli ultimi fine settimana la situazione era stata tranquilla, quindi ci siamo comportati di conseguenza. Ricordo che questo presidio non nacque come fisso”.

Dipenderà dunque dalla situazione e dal clima del momento. “Sabato in ogni caso ci saremo. Ma non è detto che rimarremo settimanalmente. Le valutazioni avverranno gradualmente, in base alle problematiche”. L’estate però potrebbe definitivamente cambiare le carte in tavola: “L’apertura della stagione modificherà i movimenti dei ragazzi, si valuteranno le situazioni in tempo reale”.

Ad oggi, sugli esercizi della zona pende l’ordinanza, firmata dal sindaco Giovanni Gaspari, che impedisce ai locali la consumazione di alcolici in strada passata la mezzanotte. I presenti giurano che sabato sera almeno la prima è stata violata, considerati gli innumerevoli giovani che, anche alle 3 di notte, giravano con in mano bottiglie di birra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.296 volte, 1 oggi)