Per vedere il video cliccare sull’icona rettangolare in basso a destra.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tanto tuonò che piovve. Nelle scorse settimane i giocatori rossoblu avevano promesso che, in caso di mancato pagamento degli stipendi (sembra la sesta mensilità) avrebbero smesso di allenarsi a partire dal mese di aprile. Così quest’oggi  Pazzi e compagni non hanno eseguito il rituale allenamento del martedì: nel momento in cui scriviamo sono negli spogliatoi ma non sono entrati nel campo del Riviera delle Palme. Palladini è nei corridoi dello stadio.

Si è in attesa dell’arrivo di Claudio Bartolomei, appena di ritorno dalle vacanze pasquali. Fino ad ora nessuno ha rilasciato dichiarazioni, si attende l’arrivo del vicepresidente rossoblu che parlerà con la stampa.

ORE 17.20 Roberto Pignotti è appena arrivato in sede e si è recato negli spogliatoi per parlare con i calciatori. Presente anche l’allenatore Palladini e il team manager Catello Cimmino.

ORE 18 E’ appena arrivato il vicepresidente Claudio Bartolomei. Al momento si è recato in segreteria. Pignotti è ancora a colloquio con i calciatori.

ORE 18.05 BARTOLOMEI Molto contrariato il vicepresidente rossoblu, si è appena recato negli spogliatoi.

Prima volta sciopero dei calciatori? Sembra che sia la prima volta, nella storia della Samb, che si ha un vero e proprio sciopero dei calciatori almeno nella forma odierna.

DETTATO IN DIRETTA

BARTOLOMEI “Deogratias è stato pagato questa mattina con assegno circolare”
PAZZI “Non è accaduto nulla, la squadra ha fatto solo un lavoro in palestra, 4-5 ragazzi erano infortunati, abbiamo fatto un lavoro diverso, aspettando un colloquio con la società già fissato da stamane. Abbiamo chiarito quello che c’era da chiarire, da domani saremo sul pezzo come sempre”.
PIGNOTTI “Incontro ritardato per orario per colpa mia. Dovevamo chiarire determinate cose. Da una parte dovevamo chiarire anche noi. Attendevamo loro. Alcuni giocatori si sono allenati in campo. Altri riabilitazione. Altri lavoro differenziato in palestra”.
PAZZI “Alcune cose si sono risolte. Io alle 2 ero qui. Non abbiamo fatto il martedì solito”.
MARINI “La società e la squadra vogliono affrontare al meglio alcune partite, e vogliamo affrontare al meglio queste ultime partite, vogliamo mettere il massimo fino alla fine. Se siamo qui tutti insieme è perché vogliamo vincere e ci proveremo fino alla fine. Daremo il massimo”.
PIGNOTTI “E’ partita da una cosa che vi state allenando voi, che la squadra non si è allenata per problema di stipendi, ma la squadra si è allenata, forse è successo qualcosa che adesso ci spiegate voi. L’unione tra squadra e società è per la vittoria del campionato. Che ci siano dei problemi è vero, l’abbiamo sempre detto. Questo trambusto serve a creare delle polemiche delle quali penso che se ne possa fare a meno, per quanto riguarda l’impegno e l’unione di questo gruppo, penso che siano grandi giocatori”.
I problemi li abbiamo avuti nel 2009, nel 2010, nel 2011, nel 2012, ma ce la facciamo sempre. Se permettete certe situazioni vengono risolte dentro gli spogliatoi. L’importante è che riportate la verità. I giocatori in questi anni hanno preso quanto dovevano, ne sono rimasti due o tre.
PAZZI E MARINI Se non ci fossimo allenati avremmo scritto qualche comunicato, forse qualcuno non ci ha visto al campo Europa e ha fatto uno più uno, ma ha sbagliato, siamo rimasti fino alle 6 in attesa del presidente.
La squadra darà il massimo fino alla fine, noi daremo il massimo e la società poi farà il suo. Abbiamo parlato di questo ma anche di altro.
PIGNOTTI Domenica arriva un gruppo di Milano? Con Claudio Bartolomei ci siamo visti in questi giorni, non la prendete per buona perché potrebbe anche non esserci l’incontro previsto al momento.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.823 volte, 1 oggi)