MARTINSICURO – Prosegue l’iter per l’avvio dei lavori antierosione a Martinsicuro. Venerdì mattina si è svolta presso il Servizio Opere Marittime di Pescara la conferenza dei servizi a cui ha partecipato il sindaco Paolo Camaioni e in cui si è esaminato il documento preliminare del progetto (assenti il Comune di Alba Adriatica, la Soprintendenza Archeologica e dei Beni Ambientali, le associazioni ambientaliste).

Tre milioni il costo dell’intervento finanziato dalla Regione Abruzzo attraverso i fondi Fas, con cui si agirà in maniera strutturale sul litorale di Martinsicuro per restituire tratti di spiaggia ormai del tutto scomparsi.

La gara sarà aggiudicata entro la prima settimana di luglio (il bando verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il prossimo 3 aprile), mentre i lavori cominceranno entro la fine del 2013 (tra ottobre e dicembre) e dovrebbero concludersi per l’estate 2014.

Gli interventi consisteranno nel ripristino delle sagome di progetto e nel consolidamento e chiusura dei varchi tra le scogliere esistenti, mediante la fornitura e posa in opera di scogli naturali. Nei tratti già interessati dalla presenza di barriere frangiflutti emerse è prevista la riqualificazione delle stesse, secondo la conformazione della barriera debolmente sommersa, con varchi protetti parzialmente sommersi. Il sistema di barriere emerse, con protezione del fondale tra i varchi, ha la funzione di imporre il frangimento delle onde più elevate riducendo così le condizioni di erosione del litorale. Inoltre contribuisce alla realizzazione di una spiaggia sospesa, limitando i fenomeni di fuga verso il largo dei sedimenti.

I varchi presenti lungo la barriera hanno il duplice scopo di consentire un adeguato ricambio idrico tra le barriere e di permettere il passaggio di piccole imbarcazioni per eventuali operazioni di soccorso da mare. Nel cronoprogramma è anche specificato che la tempistica degli interventi dovrà essere adattata alla vocazione turistica delle aree interessate. Si dovrà tener conto, insomma, dei periodi destinati alla balneazione turistica, e durante l’esecuzione dei lavori dovrà essere sempre consentita la regolare fruizione della spiaggia e degli specchi d’acqua.

“Durante l’incontro – ha affermato il sindaco Paolo Camaioni – ho ribadito l’importanza dell’intervento a Martinsicuro centro, in quanto il problema dell’erosione è fortemente avvertito da tutta la cittadinanza per ragioni di sicurezza, ma anche e soprattutto dagli operatori turistici che non possono rischiare di vedere compromesse le proprie attività. Ho chiesto inoltre tempi certi di realizzazione per evitare di compromettere altre stagioni”.

Camaioni ha poi portato all’attenzione della Regione anche la gravità dell’erosione presente a Villa Rosa sud, suggerendo la previsione di opere di contenimento anche nella frazione con l’eventuale ribasso d’asta. Ha poi chiesto interventi di ripascimento per la stagione in corso e suggerito la rimozione della radente.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 934 volte, 1 oggi)