TERAMO – Nella sua veste di Commissario delegato per l’alluvione 2011 il presidente Catarra,  questa mattina, ha firmato i primi 14 decreti di pagamento per altrettante amministrazioni comunali;  le prime ad aver consegnato  la documentazione prevista.

Il decreto dispone un anticipo del 25%  sui danni complessivamente rendicontati; la disponibilità di cassa della Struttura commissariale, infatti, ammonta a circa 3 milioni e 700 mila euro rispetto ai 33 deliberati , fra vecchi Fas,  fondi Protezione Civile e Finanziaria. Con questa prima tranche ai Comuni saranno spesi circa 1 milione e 500 mila euro.

“Dopo aver deciso con un apposito decreto,  poche settimane fa,  di sbloccare le somme già a disposizione con un anticipo a favore dei Comuni – dichiara Catarra – stiamo procedendo celermente con le verifiche e le autorizzazioni al pagamento. Sollecitiamo i Comuni che ancora non hanno consegnato la documentazione a perfezionare gli atti amministrativi richiesti e ad inviarceli perché, come si può constatare, la struttura tecnica agisce velocemente”.

I decreti di pagamento firmati oggi diventeranno operativi dopo che la Corte dei Conti  avrà operato il “controllo preventivo di legittimità”  –  tempo previsto circa 15 giorni – e con la pubblicazione all’Albo Pretorio appositamente costituito sul sito della Provincia.

Istruttoria, verifiche e controlli vengono operate dalle stesse strutture dell’ente e a costo zero per la collettività

Elenco Comuni: Alba Adriatica 58.800; Notaresco 41.632; Torricella  12.750; Mosciano  29.422; Corropoli 9.472; Crognaleto 22.055; Teramo 72.712; Sant’egidio 50.000; Sant’omero 47.608; Pineto 89.019; Martinsicuro 80.450; Roseto 413.750; Castel Castagna 1.500; Castilenti  413.750. Totale 1.352.397,82

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 145 volte, 1 oggi)