ACQUAVIVA PICENA – L’Amministrazione comunale acquavivana ha approvato il Regolamento per la disciplina dell’albo delle associazioni e delle manifestazioni. Il provvedimento è stato varato nel corso del Consiglio Comunale del 26 marzo scorso per venire incontro all’esigenza di garantire coordinamento nella organizzazione degli eventi e trasparenza nella erogazione dei contributi.

Il Regolamento è composto da venticinque articoli, divisi in cinque sezioni: premessa, calendario del programma degli appuntamenti, concessione temporanea di attrezzature e locali, albo delle associazioni e contributi e sovvenzioni.

Il documento fissa, a partire dal 2014, la scadenza al 31 gennaio di ogni anno per la presentazione dei progetti da organizzare. Ciò consentirà all’amministrazione di programmare l’offerta turistica e le risorse necessarie. Sono pertanto escluse dalla presentazione delle domande le manifestazioni organizzate nell’ambito dei Paesi della Bandiera Arancione e quelle del tutto eccezionali e non prevedibili.

Non è tutto. Il sindaco Pierpaolo Rosetti, dopo le polemiche della passata estate, ha deciso di disciplinare anche il fenomeno dilagante delle sagre. “Non sono così presenti in paese – precisa – tuttavia il Regolamento –  che individua nella sagra un momento con finalità di promozione di un determinato prodotto gastronomico locale –  prevede un limite massimo di tre sagre nell’arco dell’anno. Sono quindi dettati nella delibera i criteri di preferenza nel caso di domande per la realizzazione di sagre nello stesso periodo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 506 volte, 1 oggi)