SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Difensore, classe 81 e un amore per la Sambenedettese sbocciato  alla fine degli anni 90.

Dopo un breve periodo di riflessione Valerio Quondamatteo  ha ufficialmente deciso di tornare al Riviera Delle Palme mettendosi a disposizione di mister Palladini il quale lo ha già convocato per la gara contro la Civitanovese. Il suo è un curriculum che non ha bisogno di ulteriori celebrazioni: dal 1999 al 2004 ha militato nelle fila rossoblu per poi mettersi in luce col Sansovino. La sua carriera in serie C1 è proseguita con il Crotone che nella stagione 2009/2010 ha disputato un campionato in serie B, con la Ternana e per finire Isola Liri.

“Sono tornato a casa e non me lo aspettavo – ha dichiarato il giocatore – Avevo deciso di lasciare il  calcio perché ora ho una famiglia ma essendo prima di tutto un tifoso di questa squadra non potevo perdere questa occasione”.

Quella di Quondamatteo sarà una sfida difficile da affrontare per due motivi non sottovalutabili: l’arrivo in una fase molto delicata di questo campionato e uno stop che lo ha costretto a restare fermo per diverso tempo: “Cercherò di dare una mano ai ragazzi – ha commentato – Dal punto di vista atletico sono in ritardo. Ho una sola settimana di allenamento sulle gambe ma sto affrontando una preparazione a parte. Proprio per questo motivo ho avuto qualche esitazione nell’accettare la proposta”.

È indietro ma farà sicuramente il possibile: “Capisco cosa significhi giocare qui – dice – Il gruppo è fantastico e ha ottime potenzialità. Quattro punti di distacco dal San Cesareo sono tanti ma non è impossibile raggiungerlo”. Il nuovo arrivato non si è sottratto dunque dal formulare ipotesi: “Se la capolista dovesse toppare una partita e noi accorciare la distanze potremmo destabilizzarla e metterle paura. In caso contrario credo per i rossoblu sarebbe un colpo grande”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.485 volte, 1 oggi)