Il Consiglio regionale d’Abruzzo ha approvato la nuova legge elettorale con cui, tra novembre prossimo e marzo 2014, si procedera’al rinnovo dell’Assemblea (con consiglieri ridotti da 45 a 31) e all’elezione del nuovo presidente della Regione. Respinto l’emendamento sull’introduzione della doppia preferenza di genere che introduceva nella nuova legge elettorale la possibilità di esprimere due preferenze purchè espresse per candidati di sesso diverso. Votato a scrutinio segreto (28 no, 8 sì e una scheda nulla), l’emendamento è stato bocciato: si potrà esprimere una sola preferenza. Dichiarato inammissibile pure l’emendamento che chiedeva parità d’accesso agli uomini e alle donne negli spazi elettorali televisivi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 153 volte, 1 oggi)