SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Botta e risposta, come ormai accade da quasi due anni. Tra il Popolo della Libertà e Marco Calvaresi la frattura diventa ogni giorno che passa sempre più profonda e la trasferta di Mosca non ha aiutato a ricucire il rapporto.

“Prendo atto di essere diventato una piacevole ossessione per il Pdl, spero che l’uveite (riferimento al problema agli occhi riscontrato recentemente da Berlusconi, ndr) non li abbia contagiati”, afferma il Presidente del Consiglio Comunale, che rigetta tutte le strumentalizzazioni del caso con uno scarno comunicato: “Sono stato presente come Presidente dell’assise di San Benedetto, quindi della città. Non ero in conflitto d’interesse, non essendo iscritto all’associazione albergatori, non avendo portato materiale della mia attività e non avendo concluso nessuna vendita di pacchetti”.

Proprio in merito a quest’ultimo aspetto avevamo proposto a Calvaresi maggiori riflessioni, essendo – oltre che politico – un affermato operatore turistico locale. Ci era inoltre parso doveroso domandare se la delegazione sambenedettese, composta da cinque rappresentanti, non fosse decisamente troppo folta a fronte di quella maceratese, formata dal solo sindaco Carancini. Magari avrebbe potuto rispondere che la domanda bisognerebbe farla al sindaco e alla sua giunta. Gli avremmo chiesto pure: “Ritiene che la sua presenza possa compromettere il ruolo di imparzialità di presidente del Consiglio comunale da lei ricoperto?”.

Nota del direttore: Questi i quesiti a firma Riviera Oggi, ai quali Calvaresi ha preferito non rispondere. Secondo noi sbagliando, perché le domande ci sembrano lecite e a giusto corredo delle sue affermazioni. Troppo stringate e forse eccessivamente diplomatiche. In pratica la risposta alle dure affermazioni nei suoi confronti fatte ieri dai responsabili del Pdl locale, seppur lecita era, secondo noi, incompleta quindi  poco esauriente per i nostri lettori. Sempre a parere nostro, naturalmente e a scanso di eventuali equivoci.

E’ il motivo (per il quale comunque ci scusiamo con Calvaresi) del ritardo con cui pubblichiamo le sue considerazioni. Infatti cerchiamo sempre di dare spazio alle repliche in contemporanea, o immediatamente dopo. Preciso però che non siamo abituati a riportare dichiarazioni di chicchessia come se fossimo una bacheca e non un giornale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 759 volte, 1 oggi)