SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come dice il nostro commentatore Galiè, magari fino a Loreto potrebbe essere troppo (specie per i meno giovani), ma almeno a piedi fino a San Giacomo della Marca sarà il minimo, in caso di promozione della Samb.

Perché 4 punti da recuperare in 6 partite non sono pochi: anzi, con 4 punti si va allo spareggio, quindi occorrerebbe recuperarne 5 su 18 per assicurarsi il primo posto. Diciamo che, nella condizione attuale, lo spareggio sarebbe da firmare.

Vediamo i calendari delle due squadre, come facessimo uno slalom:
GIORNATA 29 Astrea-San Cesareo, Civitanovese-Samb.
GIORNATA 30 San Cesareo-Maceratese, Samb-Fidene.
GIORNATA 31 Jesina-San Cesareo, Città di Marino-Samb.
GIORNATA 32 San Cesareo-Ancona, Vis Pesaro-Samb.
GIORNATA 33 Civitanovese-San Cesareo, Samb-Isernia.
GIORNATA 34 San Cesareo-Celano, Recanatese-Samb.

La situazione più probabile – sempre posto come obiettivo che la Samb realizzi 4 punti in più della squadra laziale – deve essere quella che vede i rossoblu realizzare 16 punti (5 vittorie e 1 pareggio) e il San Cesareo 12 (4 vittorie e 2 sconfitte). In subordine, Samb 14 (4 vittorie e 2 pareggi), San Cesareo 10 (3 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte).

La Samb dovrà vincere obbligatoriamente le due partite casalinghe (Fidene e Isernia), cosa non impossibile. Così come deve passare a Città di Marino e a Recanati (anche qui non difficile, sulla carta). Restano poi le gare di Civitanova e Pesaro, entrambe difficili. Una va vinta, una può essere pareggiata.

Il San Cesareo, da parte sua, ha due partite abbordabili: l’ultima, in casa, con il Celano e la prossima, in trasferta, con l’Astrea. Che sulla carta sarebbe molto difficile ma, come sappiamo, i due allenatori sono fratelli. Si spera siano coltelli, ma non è facile pensarlo.

Poi ci sono le trasferte, entrambe insidiose (specie se la Civitanovese non dovesse giocarsi il tutto per tutto), a Jesi e Civitanova. Ma anche le due partite in casa, con Maceratese e Ancona, non sono affatto semplici. E’ dunque possibile che il San Cesareo sbagli almeno due tra le sei gare rimaste.

All’andata, ad esempio, i rossoblu riuscirono ad ottenere 16 punti, pareggiando solo l’incredibile gara di Fidene (dominata). Il San Cesareo ne fece però ben 15, perdendo solo a Macerata. Bisogna sperare che stavolta commetta un doppio passo falso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.753 volte, 1 oggi)