SAN BENEDETTO DEL TRONTO – 20 mila metri cubi. Tale è la portata della sabbia prelevata al nord del porto tramite carotaggi e destinata a rafforzare l’area della foce dell’Albula. I controlli dell’Arpam hanno dato esito positivo e si potrà quindi procedere ad un intervento sempre più necessario, considerate le mareggiate delle ultime settimane.

Nel frattempo, l’amministrazione comunale tiene le antenne dritte e punta, a partire dal prossimo autunno, alla realizzazione del cosiddetto pennello alla bocca del torrente.

“Il progetto è stato approvato”, informa il sindaco Gaspari. “Ma nei mesi scorsi il Ministero ci ha scritto dicendoci che avevamo soldi non utilizzati e che avremmo dovuto restituirli. Noi per tutta risposta abbiamo precisato che i fondi li stiamo usando”. Per l’Albula si sta pertanto aspettando il via libera della Sovrintendenza.

“La risposta sarà positiva, tuttavia ancora non è arrivata”, continua il primo cittadino, spiegando come l’attuale vuoto legislativo stia rallentando la tabella di marcia. “Ho avuto rassicurazioni, ma per mettere a bando il progetto devo avere la certa disponibilità economica, sennò non posso. Gli Uffici vogliono precauzionalmente avere la lettera di riscontro tra le mani”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.567 volte, 1 oggi)